Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Il contributo pervenuto al Comune è stato suddiviso in due interventi

La prima parte della distribuzione dei buoni spesa a Gaiba (Rovigo) è terminata, sono stati distribuiti a domicilio dai volontari dell'88 Nucleo di Protezione Civile - Anc 

0
Succede a:

GAIBA (RO) - E’ terminata la prima distribuzione dei buoni di solidarietà alimentare per le famiglie in stato di necessità a Gaiba. Il contributo pervenuto al Comune è stato suddiviso in due interventi, il primo per il mese di aprile ed il secondo a maggio, quando verrà distribuita la seconda tranche di buoni.

Sono stati coinvolti e convenzionati tutti gli esercizi di alimentari del Comune di Gaiba, comprese le bancarelle del mercato all'aperto del lunedì e venerdì, per dare la possibilità alle famiglie coinvolte nel progetto di solidarietà di spendere i buoni nel comune di residenza, in ottemperanza al Dpcm, e al tempo stesso per sostenere le attività locali in difficoltà in questa fase di pandemia.

I buoni alimentari sono stati distribuiti a domicilio dai volontari dell'88 Nucleo di Protezione Civile - Anc. Rimane attivo anche il servizio di spesa e farmaci a domicilio operato da Croce Blu Gaiba che corre in supporto anche per le famiglie destinatarie dei buoni all'occorrenza.

"Il Governo ha messo a disposizione - commenta Davide Ceregatti, Assessore del Comune di Gaiba - una somma di 5.812 euro per il Comune di Gaiba da destinare alle famiglie in stato di necessità in questo particolare momento. Come assessore con delega ai servizi sociali abbiamo lavorato con l'assistente sociale del Comune di Gaiba per agire tempestivamente ed individuare le famiglie che necessitavano maggiormente in base alle richieste pervenute. Nelle prossime settimane seguiranno altri interventi."

Articolo di Martedì 21 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it