Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

11 nuovi casi di positività al Coronavirus. L'isolamento di 14 giorni non basta. 6 postivi tra gli asintomatici

Il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana illustra il bollettino. Solo 4 sono realmente nuovi episodi di contagio, ma l'attenzione rimane alta soprattutto verso quelli che non presentano alcun sintomo

0
Succede a:
ROVIGO - "Il bollettino odierno è apparentamente nutrito, ma non desta preoccupazioni epidemiologiche - ha affermato il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella - un signore del 1959 residente a Rovigo, ma ricoverato in Malattie infettive a Padova il 21 aprile, una signora del 1953, ricoverata all'ospedale di Legnago per una serie di esami ed interverto è risultata positiva a Legnago.
Vi è poi la positività di 6 persone che rientrano in un gruppo più nutrito di controlli di fine isolamento domiciliare dopo i 14 giorni per i quali sono stati disposti i tamponi, anche se completamente asintomatici, che erano in isolamento per potenziale contagio con persone positive, e che hanno effetuato da protocollo il tampone di "liberarazione" dall'isolamento. 6 di loro non hanno ricevuto il "via libera" in quanto sono risultati positivi. Proseguono quindi l'isolamento e ripeteranno il tampone tra ulteriori 14 giorni.

Grazie al tampone di controllo di fine isolamento abbiamo evitato che sei persone positive ritornassero liberamente in giro e potessero diffondere il contagio.

Oltre a questi riscontri vi sono anche quelli di un medico residente nell'Altopolesine che lavora in un istituto per anziani del mantovano, una signora del 1957 venuta a contatto con un caso positivo in famiglia, una signora del 1974 del Mediopolesine che dopo l'isolamento domiciliare ha manifestato sintomatologia ed è stata ricoverata.

11 nuove positività quindi, ma solo 4 i nuovi casi in realtà.
Questi dati ricordano che il Coronavirus è stato significativamente contenuto, ma rimane sempre presente".

Nessun aggiornamento dalle Rsa, nessuna situazione particolare tra Fratta, Ficarolo o altre strutture per anziani o disabili.

40 i ricoverati complessivi, solo 3 in terapia intensiva a Trecenta, 36 in area medica Covid, 1 in Malattie infettive a Rovigo.
409 i positivi da inizio epidemia, 99 i guariti, 632 gli isolamenti domiciliari, 11.317 tamponi eseguiti fino ad oggi ad 8.546 persone diverse.


Dalla prossima settimana partirà una importante campagna di screening per le forze dell'ordine, operatori del pubblico, con tampone per la diagnosi di infezione da Coronavirus in atto. Tutto nel contesto della riapertura prevista per il 4 maggio. Ad oggi per esempio sono già stati testati 186 farmacisti, con nessun riscontro di positività. Sono stati testati circa la metà di loro. Per i medici di medicina generale i tamponi sono stati ultimati, un unico caso riscontrato. Tra i Medici di guardia medica, solo un positivo, è stato completato lo screening, così come per i Pediatri di libera scelta, tutti negativi.
Articolo di Venerdì 24 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it