Condividi la notizia

FESTA DELLA LIBERAZIONE

L’amministrazione comunale è riuscita comunque a raggiungere i propri concittadini [VIDEO]

Un video saluto del sindaco Pierluigi Mosca e l’alzabandiera al monumento dei caduti di Papozze e di Panarella per celebrare il 25 aprile

0
Succede a:

PAPOZZE (RO) - In questo periodo di quarantena naturalmente anche le cerimonie e le celebrazioni pubbliche devono seguire e rispettare le disposizioni di sicurezza, primo fra tutte il divieto di assembramento e di fatto quindi l’interdizione alla partecipazione pubblica.

Non si è perso d’animo però il Comune di Papozze, che proprio in occasione dell’anniversario per le celebrazioni della Liberazione, ha comunque commemorato tale momento, realizzando un video saluto del Sindaco e l’alzabandiera al monumento dei caduti di Papozze e di Panarella.

Pur dovendo fare i conti con una cerimonia ridotta ai minimi termini, con la sola presenza del sindaco Pierluigi Mosca e del cerimoniere locale dell’Alta, l’amministrazione comunale è riuscita comunque a raggiungere i propri concittadini attraverso la realizzazione di un video, caricato poi on line sul sito ufficiale del Comune e sui social.

“Quello che stiamo vivendo è sicuramente un periodo molto difficile – afferma il Sindaco Mosca – ma proprio per questo dobbiamo stringerci (virtualmente) e farci forza, ricordando la nostra storia e la storia del nostro Paese”

“Colgo questa occasione per ringraziare tutti coloro che si stanno adoperando  in varie attività di volontariato a beneficio di chi oggi ne ha più bisogno. In particolare le associazioni del nostro Paese: la Protezione Civile, l’USD Papozze, l’Auser e l’Abarth Club. Ringrazio anche il personale dipendente del nostro Comune, che in queste settimane così convulse dovute all’emergenza sanitaria e alle misure urgenti messe in campo dal Governo, non si sono fatti trovare impreparati ed hanno predisposto con tempestività i vari provvedimenti conseguenti”.

“Ricordo poi come a Papozze ad oggi fortunatamente, non si siano riscontrati casi di positività al virus; un pensiero particolare alla nostra casa di riposo, dove personale altamente qualificato e dirigenza attenta, che ringrazio, hanno permesso di mantenere incontaminata infatti fino ad ora, una struttura potenzialmente fragile davanti a tale pandemia, come si è purtroppo potuto vedere in altre realtà d’Italia”.

Ringraziamento infine a tutti gli insegnanti, “che con non poche difficoltà stanno cercando di non far mancare l’istruzione ai nostri figli, attraverso una programmazione di video lezioni”.

Articolo di Domenica 26 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it