Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

A Fiesso si fa squadra

Fiesso Umbertiano (Rovigo) coinvolge i ragazzi in un gioco “speciale” - Un calcio al virus. L’iniziativa mira a diffondere sentimenti di forza, coraggio, speranza e soprattutto condivisione nel fronteggiare un invisibile nemico comune

0
Succede a:

FIESSO UMBERTIANO (RO) - L’amministrazione Comunale, su proposta dei Consiglieri Luca Vergura, con delega allo Sport e Politiche Giovanili e Tomas Ghisellini con delega alla Cultura in concertazione con l’Assessore all’Istruzione Michela Pellegrinelli, ha approvato un'iniziativa socio-culturale “Un Calcio al Virus!”, che ha come scopo il coinvolgimento creativo di bambini, bambine, ragazzi e ragazze senza particolari limiti di età, in questo periodo particolarmente delicato nel quale anche loro sono chiamati ad un intenso sacrificio quotidiano di isolamento sociale, per contribuire alla tutela della salute propria e degli altri.

Bambini e ragazzi sono invitati a realizzare un elaborato all’interno del quale rappresentare loro stessi nell’atto di sferrare un colpo al virus per allontanarlo definitivamente dalle proprie vite. I consiglieri Ghisellini e Vergura asseriscono “Che si tratti di disegno a mano libera, di grafica digitale, di collage o di qualsiasi altra tecnica di rappresentazione, l’importante è che il virus – che per sua stessa natura ha le sembianze di una palla – riceva un bel colpo e si levi di torno!”

Non importa che il virus sia rappresentato come un pallone da calcio, da pallavolo, da rugby, da pallanuoto, da pallacanestro; come una pallina da tennis, da ping-pong, da golf o altro ancora. Ciò che conta veramente è l’azione con la quale i giovani si impegnano per allontanarlo dalla propria realtà, una volta per tutte”.

L’assessore Michela Pellegrinelli aggiunge: “Molti sono i genitori che segnalano la bravura e l'impegno dei nostri giovani nell'affrontare questa emergenza sanitaria che ha lasciato tutti sgomenti e preoccupati. Per la popolazione giovanile sono venuti a mancare molti punti di riferimento: dalla frequenza della scuola, agli orari cadenzati di tutte le loro attività settimanali, al rapporto affettivo con i nonni, agli incontri con gli amici, senza contare chi ha i genitori impiegati nel settore sanitario che si vedono impossibilitati anche in gesti semplici come un abbraccio. Un ringraziamento particolare va al Dirigente scolastico Amos Golinelli e a tutto il personale docenti che in questi mesi si sta adoperando in modo egregio e che ha aderito con grande spirito di solidarietà alla promozione dell’iniziativa”.

Gli elaborati – da inviare all'indirizzo email fiessoditutti@gmail.com entro il 4 maggio 2020 – saranno raccolti e pubblicati online in una mostra virtuale accessibile a tutti; in questo modo i più piccoli avranno modo di sentirsi più vicini pur essendo ancora momentaneamente lontani.

L’iniziativa mira a diffondere sentimenti di forza, coraggio, speranza e soprattutto condivisione nel fronteggiare un invisibile nemico comune; e di certo questo messaggio non può che passare anche attraverso i più piccoli, testimoni come noi di questo straordinario momento storico.

Solo affidandoci al più affiatato gioco di squadra potremo vincere la nostra partita e, finalmente, dare “un calcio al virus”!

Articolo di Martedì 28 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it