Condividi la notizia

EMERGENZA SANITARIA

Confcommercio: “Fateci lavorare”

Migliaia di lavoratori a rischio, il grido di allarme di Confcommercio Rovigo, bisogna riaprire subito, non si può aspettare, attività al collasso

0
Succede a:

ROVIGO - “Confesso che dopo aver seguito la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte non sono più riuscito a dormire, e credo siano stati tanti i colleghi imprenditori che mi hanno fatto compagnia. 

Abbiamo fatto i sacrifici richiesti per la nostra salute, bene primario ed universale, ma ora dobbiamo tornare a lavorare, per noi per le nostre famiglie per i nostri dipendenti per i nostri fornitori: fateci lavorare!”  A parlare è il presidente di Confcommercio Rovigo, Stefano Pattaro “Siamo in grado di garantire tutte le norme di sicurezza necessarie, ma dobbiamo farlo subito. 

Già ora sono migliaia le aziende che non riusciranno a riprendersi dal lockdown, abbiamo bisogno di aiuti più concreti di quelli messi in campo sin d’ora: contributi a fondo perduto, detassazioni, sburocratizzazione, ma soprattutto dobbiamo poter aprire i nostri negozi i nostri bar i nostri ristoranti, le nostre “botteghe”, ne va del lavoro di migliaia di lavoratori”. 

Come Confcommercio Rovigo, grazie alla continua collaborazione con le nostre sedi Provinciali, Regionali e Nazionali, parallelamente alle diverse categorie imprenditoriali che rappresentiamo, lavoriamo incessantemente per seguire le imprese in questa delicatissima fase emergenziale. 

Ma se da un lato stiamo subendo ciò che l’emergenza ci pone contro, dall’altro lato, abbiamo il dovere di reagire e trasformare questa crisi in opportunità ponendoci questa domanda: “‘Se niente sarà più come prima, io come sarò?’”. 

“Per aiutare le nostre imprese a rispondere a questa domanda abbiamo già attivato un servizio di informazione - spiega Pattaro - ad aggiornamento continuo mediante sito web, newsletter, webinar e social network, i quali vengono consultati letteralmente da migliaia di persone a settimana. Unitamente a questo abbiamo attivato diversi sportelli per credito e finanziamenti, assistenza su sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro ed assistenza per le pratiche camerali. Abbiamo inoltre attivato un servizio di formazione a distanza via web grazie alla quale riusciamo ad erogare la formazione per le abilitazioni professionali. 

Questo per ciò che riguarda il presente. E per il futuro? Com’è chiaro a tutti il futuro è estremamente incerto, ma proprio per questa sua caratteristica dobbiamo prepararci, per quanto possibile ad ogni evenienza che potremmo incontrare. In funzione di questo continueremo ad accrescere il nostro supporto partendo dalla Formazione Continua, per la quale avremo a breve nuovi moduli formativi online (di cui alcuni gratuiti) dedicati alla gestione dell’emergenza Covid ed al suo superamento, un servizio di consulenza per l’implementazione dell’e-commerce in azienda e dei pagamenti online, un servizio di assistenza in merito all’applicazione della normativa igienico sanitaria per chi potrà riaprire e consulenze dedicate a chi dovrà rivedere il proprio modello di business. 

Confcommercio Rovigo sta svolgendo questo lavoro con grande spirito di sacrificio, perché il momento non è semplice per nessuno, ed è per questa ragione che chiediamo alle Istituzioni un cambio di passo nell’affrontare questa crisi”. 

Articolo di Martedì 28 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it