Condividi la notizia

SPORT

Il tennis a Rovigo è ripartito con un protocollo per tutti gli atleti 

Il Circolo Tennis Rovigo ha riaperto da mercoledì 6 maggio grazie alle recenti disposizioni recepite in Veneto 

0
Succede a:

ROVIGO - Il tennis al CT Rovigo è ufficialmente ripartito mercoledì 6 maggio grazie alle recenti disposizioni recepite in Veneto che sanciscono la possibilità a tutti gli atleti agonisti e tesserati della Federazione Italiana Tennis, con certificato medico d’idoneità sportiva in corso di validità, di poter tornare a praticare l’attività sportiva individuale (al momento è ammesso solo il singolo e non il doppio). L’inizio poteva essere già da lunedì 4 maggio, tuttavia si è preferito approfondire le criticità legate alle problematiche di logistica ed organizzazione per garantire ai frequentatori e soci un inizio di ritorno alle abitudini in assoluta sicurezza

Il presidente del Circolo cittadino Andrea Rossi – raggiunto telefonicamente – ci ha descritto le sue sensazioni dopo i primi giorni dalla riapertura “Per iniziare, insieme al direttivo, abbiamo stilato un protocollo da far rispettare agli atleti che prevede in particolare l’ingresso solo a chi ha l’ora prenotata e nel percorso fino al campo da gioco l’obbligo di indossare la mascherina e guanti. Sull’aspetto legato alle prenotazioni a distanza fortunatamente eravamo già ben collaudati avendo in uso da tempo una app specifica oltre alla prenotazione telefonica tramite la segreteria del Circolo. Sugli altri punti legati all’uso degli spazi comuni, al momento è consentito l’accesso solo ai campi da gioco ed è vietato l’accesso alle altre strutture del circolo ed in particolare agli spogliatoi, alle docce, al bar e ristorazione che rimarranno chiusi fino a nuove direttive da parte delle Autorità competenti. Sono chiaramente vietati gli assembramenti e comunque le persone che hanno diritto all’accesso devono mantenere la distanza minima di due metri. Giornalmente un nostro incaricato vigila e controlla sull’osservanza delle prescrizioni e al momento tutti stanno collaborando senza nessun problema anche grazie al decalogo realizzato dalla Federazione. Come è logico che sia tutti siamo molto felici di poter riprendere l’attività ed in particolare gli allenamenti con l’obiettivo, secondo quanto trapela in queste ore, dei campionati a squadre che potrebbero iniziare dal mese di luglio prossimo; ovviamente questa meta sarà possibile solo e se consapevolmente tutti insieme continuiamo ad osservare le indicazioni fornite dalle Autorità sanitarie. Più complicato invece il tema legato all’aspetto economico, le bollette sono continuate ad arrivare, le entrate non sono e non saranno paragonabili a quelle registrate la scorsa stagione, anche se le uscite rimangono quelle. Oltretutto abbiamo avuto un ingente danno ad una copertura pressostatica che andremo ad esaminare più avanti. Siamo tuttavia fiduciosi e al momento ci godiamo questa ripartenza.”

 

Articolo di Venerdì 8 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it