Condividi la notizia

POLITICA

Dimissioni che raccolgono il consenso della minoranza

Plauso della minoranza per la coerenza del consigliere di maggioranza Matteo  Melotti, che ha lasciato il Consiglio comunale di Trecenta (Rovigo)

0
Succede a:

TRECENTA (RO) - Nel Consiglio Comunale del 22 aprile scorso il Consigliere Comunale Matteo Melotti, del gruppo di maggioranza, dimissionario è stato sostituito con Simona Bisaglia prima fra i non eletti. “Nel rendere pubblica la lettera di dimissioni da Consigliere Comunale dell’amico Matteo Melotti, pensiamo di rendergli onore e gratitudine per il coraggio dimostrato per aver compiuto questa scelta con trasparenza e convinzione” è stato il commento del capogruppo di minoranza Gilberto Bianchini, che rende omaggio all’avversario leale. Naturalmente tanto bon ton trova spunto dalle motivazioni addotte nella lettera datata 17 febbraio 2020 dal Melotti in cui spiegava  come la sua sia stata “… una decisione ponderata ma sofferta”, presa dopo aver manifestato le personali perplessità circa l’ultimo riassetto delle deleghe in seno alla maggioranza che, con la verticalizzazione delle deleghe verso la giunta non promuove alcuna collegialità, bensì svilisce e annacqua l’operato dei singoli.

“Sia chiaro, ha sottolineato il Melotti, non contesto la legittimità dell’operazione (ben sapendo che le deleghe attribuite ai consiglieri consentono di svolgere attività solo in nome e per conto del sindaco), bensì la sua opportunità”.

La decisione è comunque maturata dopo altri momenti di disaccordo manifestatisi nel corso del mandato elettorale, “ … momenti nei quali si è palesata una diversità in ordine alle modalità di metodo decisionale e alle decisioni stesse”. Ritenendo che fare politica a livello locale, in un paese come Trecenta, sia equiparabile a mero volontariato sociale, il dimissionario ha preferito lasciare il passo a una persona che disponesse di più tempo, capacità organizzativa e competenze culturali adeguate per  la comunità.

Le motivazioni espresse, secondo Bianchini la dicono lunga sulla poca collegialità decisionale che vige all’interno della maggioranza consiliare di Trecenta.  Per questo il Gruppo Consiliare della Lista Civica “Insieme per Trecenta”, analizzato attentamente ciò che ha scritto Matteo Melotti, esprime molta preoccupazione sulla democrazia istituzionale locale, ritenendo che l’Amministrazione Comunale sia governata da una maggioranza consiliare “schiava dei dettami del Sindaco Laruccia”.

Ugo Mariano Brasioli

 

Articolo di Mercoledì 13 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it