Condividi la notizia

INQUINAMENTO VILLADOSE

La questione Fresenius finisce all'attenzione della Giunta regionale del Veneto

Il sindaco Gino Alessio ordina di bonificare uno scolo inquinato da scarichi riconducibili, secondo Arpav, alla ditta farmaceutica. I consiglieri Ruzzante, Bartelle eGuarda presentano interrogazione

0
Succede a:
VENEZIA - I consiglieri regionali del Veneto Piero Ruzzante, Patrizia Bartelle e Cristina Guarda hanno presentato una interrogazione a risposta immediata alla Giunta regionale guidata dal presidente Luca Zaia in merito alla presenza di solventi organici nella rete fognaria a Villadose (LEGGI ARTICOLO), oggetto di sversamenti non autorizzati dalla ditta Fresenius.

Nella interrogazione presentata il 18 maggio 2020 i consiglieri chiedono se sia possibile lavorare e vivere in maniera sicura a Villadose riportando:

-    in seguito alla comunicazione di Arpav - Dipartimento Provinciale di Rovigo prot. 4992 dell’11 maggio, che conferma la presenza di solventi organici nella rete fognaria delle acque bianche di Via dello Sviluppo nella zona industriale di Villadose (Rovigo), con un’ordinanza del 12 maggio il Sindaco di Villadose ha ordinato alla ditta Fresenius Kabi Ipsum srl di “provvedere all’immediata messa in sicurezza e bonifica della condotta per acque bianche di via Dello Sviluppo, dove scaricano le acque di seconda pioggia della ditta, nonché della scolina posta a sud est dove recapita la condotta per acque bianche” e di  “trasmettere a questo Ente una Relazione in merito agli interventi da eseguire e la documentazione relativa all'avvenuto smaltimento del materiale asportato”;
-    la Fresenius Kabi è un'azienda multinazionale farmaceutica che opera da tempo a Villadose;

        Considerato che:
-    i residenti nel Comune di Villadose da tempo denunciano situazioni tipiche di un contesto fragile dal punto di vista ambientale, basti pensare alle vicende che hanno vista coinvolta l’azienda Coimpo e la presenza di discariche sul territorio comunale;
-    le associazioni di cittadini di Villadose chiedono con forza la convocazione di un Consiglio Comunale aperto alla cittadinanza, dedicato a queste ultime vicende, che destano e devono destare particolare preoccupazione dal punto di vista della sicurezza.
        I sottoscritti consiglieri


interrogano la Giunta regionale

per sapere se, sulla scorta di quanto comunicato da Arpav, ritenga sufficiente e risolutiva delle problematiche sottese, dal punto di vista della sicurezza ambientale e della tutela della salute pubblica, l’ordinanza sindacale richiamata in premessa.




 
Articolo di Lunedì 18 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it