Condividi la notizia

POLITICA

Urbanitas: “La trasparenza non è nel dna della giunta Viaro”

Una gestione del Comune di Lendinara (Rovigo) che non piace all’opposizione, come l’approvazione del bilancio di previsione avvenuta in piena emergenza Coronavirus, ignorando tutte le proposte della minoranza 

0
Succede a:

LENDINARA (RO) – “Eravamo rimasti al Consiglio Comunale del 24 aprile scorso quando veniva approvato il bilancio di previsione comunale per l'anno 2020” dichiara Urbanitas che ricorda come l’approvazione sia avvenuta in piena emergenza coronavirus. “In quell’occasione la maggioranza, non ha previsto alcun capitolo e nessuna misura per aiutare la cittadinanza, mentre ha cassato la proposta delle minoranze unite, per un emendamento che avrebbe ricavato 200.000 euro da utilizzare come primo aiuto alle famiglie, alle scuole, alle attività commerciali e alle imprese del territorio”.

L'impegno preso dal Sindaco, però era quello di approvare una variazione di bilancio dedicata agli aiuti prima possibile. “A titolo informativo ricordiamo che, le variazioni di bilancio, sono decise e approvate dalla giunta e i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, ne prendono solamente atto, senza poter proporre o migliorare nulla”, come in fondo è stato anche per il bilancio approvato. Ad oggi quindi manca un capitolo dedicato all'emergenza covid-19, dove far transitare i contributi statali che, nel frattempo sono arrivati e che sono stati distribuiti, non si sa con quale modalità e in quale entità, spacciati come aiuti del sindaco.

La trasparenza e il corretto utilizzo degli iter amministrativi, non è evidentemente nel dna di questa giunta” dichiara il gruppo che fa capo a Ferlin.

Ad oggi, è stato convocato il consiglio comunale, ancora a porte chiuse e senza nessuna condivisione streeming, come invece fanno confinanti piccoli comuni.

“Forse la Maggioranza preferisce non far conoscere la pochezza dell'azione amministrativa rispetto al divulgata autocelebrazione di sé stessa su social e stampa” commenta Urbanitas.
Detto questo, al punto numero 2 dell'ordine del giorno si prevede la "Rinegoziazione per l'anno 2020 dei prestiti concesso al Comune di Lendinara dalla Cassa depositi e prestiti" che, tradotto dal politichese in lingua corrente, vuol dire ulteriori debiti per i cittadini per aiutare probabilmente la cittadinanza. Urbanitas rammenta che, con le altre minoranze, aveva trovato gli stessi aiuti dalla spesa corrente. La rinegoziazione dei debiti, vale a dire quindi di ulteriori debiti, è una operazione che alla giunta Viaro2, come la precedente Viaro1, piace molto. Peccato che a quanto pare, i debiti della prima volta, siano finiti in gran parte in fiori, feste, contributi alla Pro Loco, alimentando ulteriori debiti che si accingono ora a sottoscrivere. “Non ci resta che stare a guardare come saranno effettivamente utilizzati questi soldi … purtroppo” è l’amara conclusione di Urbanitas.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 19 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it