Condividi la notizia

GIORNATA LEGALITA'

Adria pronta alla giornata della legalità

Sabato 23 maggio, si svolgerà un flash mob in tutti i comuni d'Italia ed anche in quello adriese (Rovigo) per ricordare la strage di Capaci, dove morì GIovanni Falcone, sua moglie e la scorta; un momento per ricordare i sani principi della legalità

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Il 23 maggio sarà celebrata la giornata nazionale della legalità nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Un’occasione per la quale sarà organizzato in tutti i comuni d’Italia un flashmob con l’esposizione di un lenzuolo bianco, dalla sede municipale e riservato un minuto di silenzio poco prima delle ore 18, nella sala consigliare di palazzo Tassoni.

Un’occasione per il primo cittadino di pronunciare due parole sulla giornata nazionale della legalità onorando chi ha perso la vita compiendo il proprio dovere per difendere i valori e i principi fissati nella nostra Costituzione.

“L’educazione alla legalità è la base fondante dell’intera struttura sociale che deve essere sviluppata attraverso le attività idonee, la formazione e i progetti mirati a far progredire culturalmente e eticamente i futuri cittadini con lo scopo di favorire l’assunzione di responsabilità di ciascuno rispetto alla tutela dei beni di tutti”. Commenta Barbierato

“Il comune di Adria per rendere consapevoli le giovani generazioni sui temi importanti su  giustizia, legalità, violenza di genere, ha realizzato una serie di proposte rivolte agli alunni degli istituti scolastici con incontri informativi, immagini, storie, canzoni, video, testi recitati dal vivo dagli attori di Minimiteatri – informa la consigliera con deleghe alla scuola e alle pari opportunità Oriana Trombin - modalità diverse di fruizione emotiva, organizzate per smuovere gli animi dei ragazzi e far comprendere loro, i temi d’attualità”. 

“Iniziative che contiamo di riattivare con il nuovo anno scolastico in sinergia con i vertici dei vari istituti scolastici - spiega il sindaco Barbierato - Adria infatti, è un punto di riferimento per la formazione scolastica dei giovani, per la presenza del maggior numero di scuole nel territorio del delta e per questo frequentata da un numero importante di giovani  residenti nel Polesine e nelle vicine province”.
Articolo di Venerdì 22 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it