Condividi la notizia

VANDALISMO ROSOLINA

Falconi: Vitale ha perso un'occasione per tacere o per lo meno scusarsi

La consigliera di minoranza di Rosolina (Rovigo) torna sull'argomento vandalismo nel cimitero, specificando che i volontari che hanno eseguito determinate azioni lo hanno fatto all'insaputa del responsabile del cimitero stesso

0
Succede a:
ROSOLINA (Rovigo) - Dopo la risposta del sindaco di Rosolina, Franco Vitale (LEGGI ARTICOLO), ritorna sull'argomento "atti vandalici in cimitero" (LEGGI ARTICOLO), la consigliera comunale Daniela Falconi.

"Come può avere il coraggio di mentire di fronte al dolore delle persone per i loro defunti?". Esordisce così proprio la consigliera di minoranza rivolta al sindaco di Rosolina. "Il suo comportamento supera ogni rispetto umano. Assurdo che voglia far passare la sottoscritta come quella cattiva, che si inventa le cose, mentre le cose si sarebbero risolte se mi rivolgevo a lei; mi stupisce davvero l’insensibilità, non credo di aver ricevuto solo io segnalazioni di persone che hanno visto buttati, ed insisto, i fiori durevoli, cuscini durevoli di persone appena sepolte".

Proseguendo: "Speravo avesse un atteggiamento di maggior rispetto al dolore vero che provano le persone in certe situazioni. La polemica non si alimenta ma si sana e se lei fosse stato il sindaco che presume di essere, il buono, il giusto, quello che ha l’unica verità in tasca, avrebbe quanto meno tentato di capire – cosa che non ha fatto- il dolore di chi come me ha visto oltraggiare le tombe dei defunti, con sprezzo e sfregio. Evidentemente la gestione del potere la sta inebriando troppo".

Sottolineando poi: "Le auguro di cuore di provare lo stesso fastidio che ho provato io e molti altri nel vedere messo mano alle radici di affetti , forse lei ha dimenticato cosa rappresenta perdere un genitore . Ho sentito il dovere morale di denunciare una situazione incresciosa e mi importa l’atteggiamento omertoso dei molti in questa vicenda. Io ho espresso fatti e fatti restano che: lei dichiara il 20.5.2020 che esiste una ditta per la pulizia del cimitero, lei manda volontari a fare delle attività vietate, in quanto c’è una ditta a ciò vocata, sostenendo che vi sono le zanzare. Immagino che il 2 aprile vi siano stati sciami di zanzare , lei sospende subito i lavori non appena Soncin dipendente comunale responsabile la chiama".

Concludendo: "Pubblico qui la mail del geom. Soncin a prova che la sua è l’ennesima storiella del sindaco buono .Fatti e non false parole . Troppo tardi Sindaco, lei ha perso un ‘occasione per tacere ma anche per scusarsi non con me, ma coi defunti e con i loro congiunti".

Questa la mail del geometra Soncin del comune di Rosolina: "Buon giorno. Con riferimento alla richiesta di notizie in ordine all'iniziativa in oggetto le comunico quanto segue: Il coivolgimento di associazioni di  volontariato per la rimozione straordinaria dei fiori secchi dai vasi posti sulle tombe del cimitero è stato gestito a mia insaputa direttamente dall'ammministrazione comunale; nella stessa mattina che ha avuto inizio l'attività in oggetto, appena riferitomi dell'iniziativa, ho fatto presente al sindaco che nella fattispecie trattasi di servizio di competenza del gestore del cimitero e conseguentemente il medesimo ne ha disposto l'immediata sospensione; in seguito la medesima attività è stata richiesta al gestore che vi ha provveduto senza opporre alcuna contrarietà". 
Articolo di Venerdì 22 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it