Condividi la notizia

LEGALITA’

Un lenzuolo bianco per lanciare un messaggio di speranza

Sabato 23 maggio Giornata nazionale della legalità, un minuto di silenzio virtuale alle 17.57 anche a Rovigo per ricordare la strage di Capaci

0
Succede a:

ROVIGO - Sabato 23 maggio, anniversario della strage di Capaci, in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta, si celebra la Giornata nazionale della legalità. In questa occasione, l'Anci ha accolto la proposta di Maria Falcone, presidente della Fondazione intitolata a suo fratello Giovanni, di dedicare questa giornata a tutti coloro che, in questi mesi, si sono prodigati nella difficile gestione dell'emergenza sanitaria, esponendo come simbolo, un lenzuolo bianco dal palazzo comunale e invitando i sindaci a partecipare ad un minuto di silenzio virtuale alle 17.57, indossando la fascia tricolore. 

Anche Rovigo aderisce a questa iniziativa, verrà esposto un lenzuolo bianco sulla facciata di palazzo Nodari e il sindaco Edoardo Gaffeo osserverà il minuto di silenzio.
Anche a Occhiobello sabato 23 maggio al palazzo di piazza Matteotti, il sindaco Coizzi esporrà il lenzuolo per ricordare le vittime di mafia, ed esorta i cittadini a unirsi alla giornata nazionale della legalità esponendo dalle proprie abitazioni un lenzuolo bianco.

“I Magistrati Falcone prima e Borsellino poi, hanno sacrificato la loro vita in nome dell'onestà e del rispetto delle regole, lasciando un'eredità intellettuale che deve essere tramandata alle giovani generazioni. E’ proprio dai giovani - commenta Edoardo Gaffeo, sindaco di Rovigo - che deve partire il seme della legalità e della giustizia. Un impegno quotidiano che parte dalla famiglia e dalla scuola e che coinvolge le istituzioni e tutta la società. La cultura dei cittadini di domani deve favorire l'assunzione di responsabilità nel rispetto delle persone e della tutela di tutti.

La mafia, purtroppo, rappresenta una minaccia in tutta Italia, non ci sono territori esclusi da questo pericolo che porta un rafforzamento del sistema criminale. Ringrazio le Forze dell'ordine che con il loro impegno sono sempre in prima linea per cercare di sradicare questo malvagio e terribile fenomeno, ma quello che serve è l'impegno di ognuno di noi per far sì che il sacrificio di uomini come Falcone e Borsellino, non sia stato vano”.

Articolo di Venerdì 22 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it