Condividi la notizia

AMBIENTE

Lendinara sarà plastic free

Dopo Occhiobello anche Lendinara (Rovigo) mette al bando la plastica, Il tema ha incontrato l’adesione trasversale delle forze presenti in consiglio comunale

0
Succede a:

LENDINARA (RO) – Mercoledì scorso è stata approvata a larga maggioranza dal consiglio comunale la mozione “Lendinara Comune Plastic Free” dei consiglieri Denis Sambinello, Federico Amal, Loris Tietto, Davide Bernardinello e Gino Zatta. Il tema ha incontrato l’adesione trasversale delle forze presenti nel parlamentino lendinarese ed esprime la volontà di arrivare progressivamente alla drastica riduzione dell’uso della plastica.

La mozione “Plastic Free”, inizialmente presentata dal gruppo Alternativa civica (LEGGI ARTICOLO) , raccoglieva la sfida lanciata dal Ministro dell'Ambiente, generale Sergio Costa che nel 2018 aveva lanciato “La rivoluzione parte dal quotidiano” pensata sulle buone pratiche dei cittadini,  divenuto poi “Plastic Free Challenge”. In sostanza i Sambinello chiedevano la progressiva messa al bando, con tempi certi, dagli articoli monouso nel territorio di Lendinara. Il Piano denominato “Lendinara Comune Plastic Free”, avrebbe impegnato l’Amministrazione comunale a eliminare l’uso di bottiglie di acqua in plastica, dagli uffici, in biblioteca, nella sala consiliare.

Da allora l’idea ha via via ha incontrato, come dimostrano i diversi firmatati, il consenso bipartizan delle forze rappresentate in consiglio. La mozione infatti è stata approvata a larga maggioranza con l’impegno di elaborare un piano finalizzato al raggiungimento dell’obiettivo: un  consumo consapevole e una gestione sostenibile dei rifiuti plastici dei cittadini di Lendinara.

L’attenzione all’ambiente, del resto, non manca in città  ma con questa scelta Lendinara diventerà uno dei primi comuni “plastic free” della provincia di Rovigo insieme a Occhiobello (LEGGI ARTICOLO) e la mensa scolastica di San Martino di Venezze (LEGGI ARTICOLO).

Questo programma dovrà avere i primi effetti iniziando da uffici ed enti pubblici direttamente collegati all’amministrazione comunale entro dicembre 2020 e sarà sviluppato per fasi progressive entro la fine della legislatura.

L’articolazione del progetto prevede prima di tutto l’adozione di una politica di acquisti pubblici verdi da parte dell’amministrazione che ridurrà l’acquisto di materiali plastici, ove questi siano sostituibili da materiali prodotti con materie prime a minor impatto ambientale. Saranno coinvolti per primi gli uffici comunali. In seguito si procederà all’eliminazione delle bottiglie in plastica e degli altri materiali plastici, privilegiando le caraffe ed altri prodotti non-monouso o in materiale biodegradabile in tutti i locali gestiti direttamente dall’amministrazione. Lo stesso avverrà nelle manifestazioni pubbliche, che ricevono contributi o il patrocinio-autorizzazione del Comune di Lendinara. Ovunque, nelle sagre e manifestazioni, sarà incentivata la graduale eliminazione di piatti, bicchieri, cannucce e altri oggetti di plastica usa-e-getta, per preferire l’uso di materiali compostabili.

Nella mozione tutto un capitolo è stato pensato all’educazione dei più piccoli, adottando gli stessi principi di progressiva sostituzione delle plastiche nella gestione delle mense scolastiche e con l’installazione di erogatori di acqua al fine di ridurre l’utilizzo di bottiglie.

I consiglieri firmatari individuano inoltre come fondamentale l’aspetto della comunicazione, che andrà rafforzata con un’azione capillare ai cittadini per promuovere comportamenti plastic-free sia in fase di acquisto che in quella di consumo e gestione dei rifiuti plastici, anche  coinvolgendo le associazioni di volontariato.

Infine, in linea con questo indirizzo si dovranno organizzare giornate straordinarie di pulizia dei parchi, aree verdi e soprattutto di sponde dei fiumi, canali e fossati di scolo coinvolgendo associazioni e cittadini.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 23 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it