Condividi la notizia

AMBIENTE

Undici volontari hanno ripulito la spiaggia di Boccasette 

Plastic Free Onlus in prima linea con volontari di Rovigo e Padova per liberare le spiagge del Delta dall’immondizia e per una pulizia "seria" post quarantena. 25 sacchi, diverse boe e un pneumatico

0
Succede a:

PORTO TOLLE (RO) - Un gruppetto di 11 volontari (molti dei quali provenienti da Rovigo e dalla provincia di Padova) si è ritrovato domenica 24 maggio mattina presso la spiaggia di Boccasette per rispondere all'appello di Riccardo Mancin, referente Delta del Po e Regione Veneto di Plastic Free Onlus. 

Lo scopo era affrontare la prima pulizia "seria" post quarantena, rimanendo in scia della Plastic Free Challenge 2020, promossa dall'associazione per sensibilizzare quante più persone sull'argomento e stimolarle ad accettare la sfida che consiste nel ripulire l'ambiente e a postare sui social le immagini o i video dell'azione, taggando qualche amico e invitandolo a fare lo stesso.

La pulizia si è svolta durante l'arco della giornata, rispettando le distanze di sicurezza e con l'uso delle mascherine protettive. A pranzo il gruppo si è fermato a mangiare qualcosa per poi ricominciare e portare a termine la raccolta nel tardo pomeriggio. In tutto sono stati raccolti 25 sacchi, diverse boe e un pneumatico. Il materiale è stato poi recuperato dalla famiglia Bellan di Scano Palo Ristobeach. Positivo il commento finale di Mancin: "Ottimo risultato, avevamo tutti voglia di tornare a pulire le spiagge, di ritrovarci dopo mesi difficili e ripartire di slancio con la nostra attività. Con grande sorpresa e soddisfazione, la Rai era presente e ci ha anche dedicato un servizio, andato poi in onda ieri sera sulle reti nazionali e regionali. L'attenzione dei media mi riempie di orgoglio e posso dire di essere davvero felice di aver potuto mostrare non solo l'organizzazione, l'impegno e la tenacia che c'è dietro ad eventi del genere ma anche la gravità della questione rifiuti spiaggiati. In particolar modo per le mascherine e i guanti che rappresentano senza dubbio la nuova frontiera dell'inquinamento attuale e dei prossimi mesi. Sensibilizzare è fondamentale e Plastic Free Onlus è pronta alla sfida. Prossimo appuntamento di pulizia a fine giugno, mi aspetto una partecipazione numerosa."

Articolo di Lunedì 25 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it