Condividi la notizia

SALVATAGGIO IN MARE

Il coraggio di Giovanni Casellato e altri ragazzi hanno evitato una tragedia

L'adriese si trovava alla spiaggia delle conchiglie a Porto Tolle (Rovigo) domenica 24 maggio scorso ed insieme ad altre persone ha salvato la vita a figlio, madre e padre che rischiavano di annegare in mare

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Domenica 24 maggio, attorno alle ore 16, si stava per consumare una vera e propria tragedia alla spiaggia delle conchiglie a Porto Tolle. Protagonista di un gesto coraggioso e tempestivo è stato anche un adriese, Giovanni Casellato di 54 anni, che insieme ad altre persone ha salvato la vita ad un bambino, suo padre e sua madre. 

"Ero lì tranquillo con la mia famiglia, quando ho visto che c'era un bambino che giocava vicino agli scogli e che non riusciva più a risalire. Il padre si era tuffato per cercare di tirarlo su, a quelo punto non vedendo più risalire nessuno dei due sono corso io, insieme ad altri ragazzi, verso il mare per prestare il mio aiuto". Racconta così Giovanni Casellato quanto successo domenica scorsa, che lo ha visto protagonista di questo salvataggio insieme ad altri coraggiosi. 

"Abbiamo tirato fuori prima il bambino dall'acqua ed ho notato che proprio vicino a quello scoglio c'era una buca melmosa dove si sprofondava non poco. Da lì ho capito il motivo per cui non riusciva a risalire. Subito dopo abbiamo tirato fuori il padre che aveva ingerito diversa acqua". 

"La madre si era buttata in acqua per aiutare, ma non sapendo nuotare si è trovata subito in difficoltà ed abbiamo dovuto tirare a riva anche lei". Proseguendo: "Arrivati a riva dal mare abbiamo messo in sicurezza il padre, che ha vomitato diversa acqua e a quel punto abbiamo chiamato il 118, che nel giro di una quarantina di minuti è arrivato. Nel frattempo ho cercato di tener sveglio l'uomo che riversava in condizioni difficili. Alla fine sono arrivati i soccorsi e tutto è andato per il meglio". 

Concludendo: "Ci tengo a sottolineare che non sono stato solo io ad aiutare questa famiglia, ma anche altri ragazzi giovani di cui non conosco il nome, ma che in quel momento sono stati tempestivi per prestare soccorso". 

“Salvare la vita alle persone è un gesto encomiabile che va valorizzato come esempio di altruismo e di profondo senso civico” Sono le parole del sindaco Omar Barbierato, dopo aver saputo dell’importante gesto compiuto da un gruppo di persone, tra cui i due adriesi Giovanni Casellato e Alberto Rossi, alla spiaggia delle conchiglie a Porto Tolle.

”Mi sono già complimentato direttamente con i due adriesi-commenta il sindaco - per aver soccorso la famiglia di bagnanti, un gesto spontaneo che ha permesso un lieto fine a quella  che poteva essere  una tragedia a  conclusione di una giornata  che doveva essere spensierata. Un episodio con un finale  che fa bene al cuore di tutti”. Un gesto per il quale sarà organizzato un momento di riconoscimento in sala consigliare a palazzo Tassoni.

Articolo di Martedì 26 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it