Condividi la notizia

COMUNE

Il Consiglio ha deciso all’unanimità di rinegoziare i mutui

Al Castello durante il consiglio comunale di Arquà Polesine (Rovigo) è stato nominato il nuovo direttivo della Biblioteca. De Gasperi ha comunicato al consesso che d’ora in poi agirà come consigliere autonomo

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (RO) - Lunedì 25 Maggio 2020, presso il castello, si è svolto il Consiglio Comunale a porte chiuse, in rispetto ai divieti di assembramenti imposti per contrasto alla diffusione del virus Covid19.

Il Consiglio Comunale ha nominato il nuovo direttivo della Biblioteca Comunale, come espressione condivisa di tutto il Consiglio. Il direttivo della Biblioteca rimarrà in carica fino alla scadenza del mandato del Sindaco. “Un grosso in bocca al lupo - da parte del sindaco Turolla - e l’augurio di buon lavoro ai volontari che lavoreranno per la Biblioteca Comunale per la promozione della cultura, in tutte le sue forme”.

Il Consiglio Comunale ha poi deliberato di aderire all’opportunità che il Governo ha dato agli enti locali di rinegoziare i mutui comunali portandoli a scadenza nel 2043. Questa operazione è stata pensata dal Governo per permettere agli enti di diminuire la spesa corrente annuale e far così fronte alle minori entrate e possibili maggiori spese che la crisi Covid porterà all’ente; proprio per questo motivo il Consiglio ha deciso all’unanimità di rinegoziare i mutui. Nell’incertezza delle entrate dell’ente si è deciso perciò di optare per una minor spesa certa. L’amministrazione continuerà comunque a monitorare le spese costantemente ed operare con la massima attenzione in questo momento così delicato per tutti, al fine di mantenere tutti i servizi senza dover ricorrere a nessun taglio o riduzione.

Non è stata invece approvata dal Consiglio la proposta del consigliere Siviero di creare una commissione consultiva per le decisioni da prendere per fronteggiare l’emergenza Covid; la commissione non avrebbe avuto alcun potere, poiché solo la Giunta può deliberare spese e contributi; si sarebbe venuto perciò a creare un ulteriore organo con un aumento della burocrazia ma senza vantaggi per la cittadinanza, motivo per cui non abbiamo approvato questa proposta. 

Infine il Consigliere De Gasperi ha comunicato al consesso che d’ora in poi agirà come consigliere autonomo.

“Cogliamo l’occasione per raccomandare a tutta la cittadinanza - ricorda il sindaco Chiara Turolla - di continuare ad utilizzare la mascherina ed evitare gli assembramenti. Siamo stati colpiti da un virus che non conoscevamo e non sapevamo fronteggiare; ora sappiamo che il distanziamento sociale, indossare le mascherine, evitare assembramenti e lavarsi spesso le mani ci permettono di riprendere la nostra vita quasi con normalità; la battaglia non è ancora vinta, ma possiamo farlo, tenendo sempre alta l’attenzione e con la consueta #fiducianellaconcretezza”.

Articolo di Giovedì 28 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it