Condividi la notizia

LETTERATURA ADRIA

"La ricamatrice", il quarto romanzo dell'autore adriese Maurizio Spano

Dopo Francesca, La signora dei colori e Nato di domenica, arriva nelle librerie di tutta Italia la quarta opera letteraria di Maurizio Spano, scrittore, pittore, cantautore di Adria (Rovigo), che in questo caso da lustro alla propria terra polesana

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - «Quando le tovaglie o le lenzuola erano particolarmente grandi, tanto da creare quasi una piccola capanna, mi piaceva andare sotto il tamburello e osservare l'ago che entrava e usciva dalla stoffa. Era come se la mamma mi ricamasse il Paradiso intorno.» Gianfranco ha otto anni e sogna d'incontrare sua madre Nives da giovane, quando sapeva sorridere come le ha visto fare in una vecchia fotografia. Un pomeriggio piovoso, mentre Nives ricama foglie e pappagalli su una tovaglia di lino chiaro, finalmente il suo sogno si avvera.

Fa la conoscenza di una ragazza, con un sorriso talmente bello da farlo sentire in pace, che lo condurrà in un viaggio nel tempo attraverso gran parte del XX secolo, sempre in bilico tra ciò di cui è stato testimone o che gli è stato raccontato e ciò che semplicemente immagina. Un viaggio che, dipanandosi tra gli argini, le campagne e le piccole città di un remoto frammento della bassa pianura Padana, lo porterà negli anni '30, lo renderà spettatore nell'alluvione del Polesine del '51, della vita nelle baraccopoli degli immigrati nella Francia del secondo dopoguerra e della rinascita italiana negli anni '60, di nuovo tra la gente della sua terra.

Un viaggio nel tempo, un'opera che va a toccare diversi punti di quello che è stato il Polesine, delle campagne, della povertà, di quelle donne che cercavano di avere una speranza. Maurizio Spano, oggi 29 maggio, sessant'enne, arriva al suo quarto "La ricamatrice", dopo un lungo percorso letterario che lo ha portato a pubblicare Francesca nel 2011, La signora dei colori nel 2013 e Nato di domenica nel 2015, per poi far passare ben 5 anni prima di arrivare a questo risultato, che raccoglie tante idee e un po' di storia della terra polesana, raccontata dal punto di vista di chi l'ha vissuta realmente e non come sui libri di scuola. 

Un libro che merita d'essere letto, esplorato, sentito nell'intimo, perchè solo così è possbile vedere con gli occhi di quel bambino di otto anni. Maurizio Spano nasce ad Adria nel 1960. Negli anni si dedica alla pittura, alla musica e negli ultimi anni princialmente alla scrittura, cultore dello sport agonistico, insomma un uomo dalle mille sfacettature, che ha fatto dell'arte il suo stile di vita, anche se fino al 2010 ha prestato servizio nella Polizia di Stato. 
Articolo di Venerdì 29 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it