Condividi la notizia

SOCIETA' PARTECIPATE

Bressanin riconfermato alla guida di Interporto Rovigo per altri tre anni

L'assemblea dei soci approva il bilancio, in utile, e nomina nel Cda il medico Michele Capanna (Lega) e l'avvocato Anna Osti (Partito democratico)

0
Succede a:
ROVIGO - Apprezzato dai soci, Regione del Veneto e Comune di Rovigo in primis, l'operato di Primo Vitaliano Bressanin, figura manageriale in discontinuità con l'operato del predecessore Antonello Contiero, tanto da essere rinominato alla guida di Interporto Rovigo per altri tre esercizi, ovvero fino all'approvazione del bilancio 2022.

Il presidente Bressanin dispone di ampie deleghe relativamente all'unico interporto d'Italia nato con un Prg dedicato all'intermodalità: acqua, ferro, gomma. "Manca ancora l'aria, ma non è detto che la situazione non cambi" afferma soddisfatto per la fiducia ricevuta il "di nuovo" presidente Bressanin.
Al suo fianco in Consiglio di amministrazione sono stati nominati i consiglieri Michele Capanna, medico iscritto alla Lega, e l'avvocato rodigino Anna Osti in quota Pd.
Giovedì 28 maggio l'assemblea dei soci di Interporto (in ordine di quote di partecipazione sociale) ha approvato il bilancio con la presenza dei soci Regione del Veneto, attraverso Infrastrutture spa, il Comune di Rovigo, la Provincia di Rovigo, l'Interporto di Verona e quello di Padova.


L'utile è raddoppiato arrivando ai 160.000 euro al netto delle imposte, la gestione operativa si è chiusa con 283.000 euro di attivo, il +29% di fatturato migliorando le previsioni di chiusa di dicembre 2019 (LEGGI ARTICOLO).

Il numero dei dipendenti è rimasto a 4 e durante la gestione di Bressanin sono stati compiuti 485.000 euro di manutenzioni come investimenti per la struttura, tra sistemazione di piazzali, linea ferroviaria interna e la manutenzione generale degli immobili. E' stata ammodernato e potenziata la sicurezza generale e la videosorveglianza.

La gestione manageriale di Bressanin ha consentito una ottima liquidità di cassa, attorno ai 400.000 euro costante. Gli spazi di Interporto dedicati alla logistica risultano tutti affittati, compresi gli spazi all'aperto utilizzati dai vettori come luogo sicuro per i propri mezzi di trasporto.

La Regione Veneto, anche in base alla proiezione di Interporto Roivigo ha deliberato lo stanziamento investimenti per 500.000 euro sul terminal banchina ed ulteriori 800.000 per garantire la navigabilità manutentando i fondali del Canalbianco di Interporto.
Le scommesse per il futuro del secondo mandato Bressanin sono l'impegno per un settore turistico ancora da sviluppare, ed un lavoro costante di acquisizioni per aumentare il patrimonio di Interporto.

"Vado verso la specializzazione agroalimentare degli spazi di logistica di Interporto in sintonia con la mission della società - ha affermato il presidente Bressanin - che permetteranno di raddoppiare il fatturato e l'utile per i soci.
Confido di riuscire ad operare un importante investimento da qualche milione di euro per ampliare i servizi visto che riceviamo continue richieste da parte di aziende che vorrebbero insediarsi nell'area".
Articolo di Venerdì 29 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it