Condividi la notizia

POLESINE

Umberto Marabese ha compiuto 103 anni [VIDEO]

Per oltre cinquant’anni commerciante ambulante, di generi alimentari prima e poi di tessuti, si è ritirato dall’attività nel 1982, Umberto Marabese, 103 anni, vive a Badia Polesine (Rovigo)

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) – Non c’è Covid-19 che tenga per Umberto Marabese, che indenne ha superato brillantemente il traguardo dei 103 anni festeggiati in famiglia qualche settimana fa. Lo abbiamo incontrato durante la quotidiana passeggiata in compagnia dell’inseparabile moglie Lucentina Aguiari, scambiando due chiacchere come si fa fra vecchi amici che, questo si, a causa del lockdown non si sono  potuti incontrare per più di due mesi.

Umberto è stupefacente, con una forma invidiabile e una lucidità sorprendente ha scherzato sulla sua età, domandandosi se a 103 anni si debba riprendere il conteggio: “… in questo caso, ha sornionamente commentato con un sorriso malcelato dalla mascherina, ho tutta una vita davanti”. Questo approccio assolutamente ottimista e la benevolenza di madre natura, lo hanno certamente aiutato a superare tutte le avversità, temprandolo alla vita. Umberto, infatti, ha patito le privazioni della povertà giovanile, sopravvivendo a due anni di guerra e alla tragedia della ritirata di Russia e, forse anche per questo, il Covid-19 l’ha risparmiato.


Soprannominato “biscotti” (in riferimento al panificio dei bisnonni), Umberto vive a Badia in via XX Settembre con Lucentina, “la mia bambina” (come ama definirla), con la quale da 73 anni condivide la vita. Circondato dall’affetto delle “sue donne” (le due figli, ndr), vanta uno stuolo di nipoti e pronipoti. Non porta protesi acustiche e usa gli occhiali solo per la lettura, lamentando con autoironia la persistenza di qualche doloretto.  

Per oltre cinquant’anni commerciante ambulante, di generi alimentari prima e poi di tessuti, si è ritirato dall’attività nel 1982. Imputa la sua perfetta forma alla serenità familiare e al buon appetito, accompagnato da una moderata ma costante attività fisica. L’arzillo Umberto, infatti, non demorde e, dopo il forzato confinamento per l’emergenza coronavirus, munito dei dispositivi previsti dalle norme vigenti, ha in questi giorni ripreso a frequentare “prudentemente” (come Lui dice) la piazza due volte il giorno, così come faceva prima del lockdown, per leggere i giornali e incontrare gli amici, ormai tutti più giovani di Lui.

Alle immancabili domande su quale sia il suo segreto di longevità e che cosa rimpianga del passato, Umberto candidamente ammette: “Non ho segreti, solo un po’ di fortuna (che non deve mancare) e moderazione in tutto”. Quanto ai rimpianti, a parte la gioventù, gli amici che non ci sono più. Poi però ci ripensa e, prendendo per mano Lucentina, aggiunge: “Ecco il mio segreto, ho avuto due brave figlie e una moglie meravigliosa”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Sabato 30 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it