Condividi la notizia

SCUOLA ADRIA

Adria: per Barbierato parole inappropriate dalla consigliera Beltrame sulla elementare De Amicis

Il sindaco di Adria, insegnante in aspettativa, cerca lo scontro con l'avvocato Emanuela Beltrame, genitore e consigliere comunale, "colpevole" di aver scritto frasi troppo pesanti nei riguardi di un plesso scolastico adriese sui social network

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - “Le nostre scuole sono ottime e rispondono alle richieste della comunità adriese e delle famiglie dei comuni limitrofi”. Il primo cittadino Omar Barbierato interviene contro le parole liberamente postate dalla consigliera comunale Emanuela Beltrame su Facebook per un suggerimento, da genitore, su quale scuola primaria e dell'infanzia poter scegliere.

L'ex candidata sindaco, l'avvocato Emanuela Beltrame si è sentita di sconsigliare con forza la scuola elementare Edmondo De Amicis del comprensivo Adria 2 diretto dal dirigente scolastico Arianna Vianello "per brutte esperienze personali". Emanuela Beltrame è una mamma con un figlio, mentre il sindaco Omar Barbierato è insegnante in aspettativa e non è genitore. 

“Sono davvero senza parole - prosegue il sindaco - in un momento in cui come amministrazione ci stiamo battendo per mantenere aperto il plesso scolastico di Baricetta,  riavviare la media di Bottrighe, e lavorando per attivare le misure necessarie in tempi di Covid-19, un consigliere di opposizione si permette di scrivere determinate parole, è davvero fuori luogo e come istituzione civile, prendo le distanze da tali affermazioni esprimendo la mia vicinanza al personale docente e non docente del plesso, alla dirigente e a tutte le persone che vivono il mondo della scuola”.

A sostenere le parole del sindaco anche la consigliera comunale Oriana Trombin che ha ricevuto delega di coadiuvare l'assessore all'istruzione che afferma: “La mia solidarietà va al personale che dirige le nostre scuole e mi dissocio con decisione dalle parole del consigliere comunale. Sono davvero allibita per le parole espresse dal consigliere, che in maniera gratuita e inappropriata sminuiscono l’istituzione scolastica”

"In queste ore formalizzeremo una lettera di vicinanza e solidarietà alla scuola che invieremo alla dirigenza scolastica. Nel frattempo, auspichiamo, che il consigliere si ravveda e porga le sue scuse in primis, al mondo della scuola, senza se e senza ma” conclude Barbierato.
Articolo di Giovedì 4 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it