Condividi la notizia

LUTTO

Il Vescovo emerito Mario Rino Sivieri è salito in cielo

E’ morto in Brasile il missionario, vescovo emerito, Mario Rino Sivieri,  tornava ogni anno il 12 agosto per la festa del Voto sampietrese in provincia di Rovigo. Il ricordo del sindaco di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi

0
Succede a:

CASTELNOVO BARIANO (RO) - Si è spento serenamente mercoledì 3 giugno nella sede episcopale di Proprià (stato carioca di Sergipe nel Nordeste brasiliano) il vescovo emerito Mario Rino Sivieri (1944-2020) originario di San Pietro Polesine. Nella casa paterna (sulla porta d'entrata i sampietresi tempo fa hanno murato una lapide commemorativa dove nacque) vi abitano ancora i nipoti. A Castelmassa altri parenti tra cui l'omonimo professor Mario Sivieri, veterinario e docente di matematica in pensione (me lo ricordo da giovane, ma andò presto missionario in Brasile. Una gran persona...).

Dopo un trentennio come missionario in Brasile, nel 1995 papa Giovanni Paolo II lo nominò vescovo di Proprià, dove è rimasto sino alla morte odierna; nel 2018, per raggiunti limiti d'età è stato collocato a riposo.

Doppio passaporto, tornava ogni anno il 12 agosto per la festa del Voto sampietrese. Infatti nel 1855, al tempo del duro dominio asburgico, scoppiò il colera, che fece molte vittime in tempo di pauperismo estremo. Impetrato l'aiuto della Madonna, il morbo si fermò alle porte del paese e da allora, in segno di omaggio, il 12 agosto è festa di precetto del Voto nella frazione dei due campanili. Il vescovo Sivieri ha sempre celebrato la messa il 12 agosto insieme a tutto il clero dell'unità pastorale  di Castelmassa, ciò sino al 2019 per il 164°.

Il sindaco Massimo Biancardi lo ricorda con commozione: ”Una figura carismatica, affabile, generoso, parlava con noi sempre in dialetto e la gente  lo amava. Una brutta notizia la sua improvvisa scomparsa per cui a nome di tutti porgo le più sentite condoglianze alla famiglia".

“Era già famoso qui quando ero piccolo! Ogni anno ritornava per il Voto - commenta Il vice sindaco Francesco Masini - e portava a casa molti aiuti per i poveri della sua diocesi, raccolti dalla nostra parrocchia. Una grave perdita”

Michele Romani, presidente del gruppo giovanile Tana dei birichin conferma che ”Mario Sivieri era amato da tutti. Ci mancherà assai”.

 

Articolo di Giovedì 4 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it