Condividi la notizia

TERZO SETTORE

Vince la realtà vicentina che opera nell’ambito dell'inclusione sociale

Alla cooperativa sociale Insieme il premio per l’innovazione nell’economia sociale 2020. Durante la cerimonia è intervenuto il presidente della Fondazione Cariparo di Padova e Rovigo, Gilberto Muraro

0

PADOVA - La Cooperativa Insieme è la vincitrice del Premio Angelo Ferro per l’innovazione nell’economia sociale, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dalla Fondazione Emanuela Zancan onlus, con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Con il premio, giunto ormai alla sua quarta edizione, si vuole ricordare la straordinaria attività di imprenditore sociale del prof. Angelo Ferro. L’obiettivo del Premio infatti è quello di valorizzare il lavoro di tutti quegli enti del Terzo Settore che hanno contribuito a innovare l’economia sociale, ottenendo risultati e soluzioni che intercettano bisogni sociali attivando risposte originali. Al vincitore spetta un premio di 10.000 euro, 2.500 euro spettano invece a ciascuno degli altri 4 premiati della cinquina finalista. 

330 sono stati gli enti che hanno concorso per questa quarta edizione, presentando un insieme diversificato di originali esperienze di economia sociale sviluppate in tutto il territorio nazionale. 

La giuria - presieduta da Giovanni Bazoli, Presidente Emerito Intesa Sanpaolo - è composta da Carlo Borgomeo, presidente Fondazione con il Sud, Andrea Cavagnis, presidente Opera Immacolata Concezione, Giuseppe De Rita, presidente del Censis, Maurizio Ferrera, Università Statale di Milano, Giuliana Galli, Associazione Mamre di Torino, Elena Granaglia, Università degli Studi Roma Tre, Marco Morganti, Responsabile della Direzione Impact di Intesa Sanpaolo, Gilberto Muraro, Università degli Studi di Padova e presidente di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Romilda Rizzo, Università degli Studi di Catania e Presidente della Società Italiana di Economia Pubblica, Stefano Zamagni, Università di Bologna. 

Il Premio è stato conferito durante un’inedita Cerimonia on-line nel corso della quale sono intervenuti: Gilberto Muraro, che ha presentato il Premio e salutato i partecipanti, insieme a Renzo Simonato, Direttore Regionale Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige di Intesa Sanpaolo, Giuseppe De Rita che ha ricordato Angelo Ferro, Tiziano Vecchiato, Presidente della Fondazione Emanuela Zancan onlus, che ha sintetizzato i caratteri originali della quarta edizione del Premio e Marco Morganti che ha parlato di innovazione sociale in dialogo con i cinque finalisti del Premio. A questo riguardo, un’ulteriore novità: Intesa Sanpaolo-Prossima, la realtà specializzata nel credito all’economia sociale, offre una valutazione e un finanziamento ai progetti selezionati e votati dalla giuria. 

Infine il prof. Giovanni Bazoli ha proclamato il vincitore del Premio 2020 per l’innovazione nell’economia sociale: la cooperativa sociale Insieme di Vicenza. 

Dal 1979 la realtà vicentina Insieme opera nell’ambito dell'inclusione sociale e della riduzione dei rifiuti tramite riuso e preparazione per il riutilizzo. Dopo l’inaugurazione nel 2018 del primo “Smart Reuse Park” in Italia, che coinvolge in percorsi di inserimento al lavoro oltre 80 persone con fragilità certificata, nel 2019 sono state organizzate molteplici attività culturali correlate al Parco: eventi e iniziative a titolo gratuito e rivolti agli stakeholders di natura pubblica e privata per promuovere l’economia circolare e gli stili di vita sostenibili, generando impatto sociale. La programmazione di tali attività ha facilitato la nascita di nuove collaborazioni e ha reso l’economia circolare un tema accessibile a tutti. 

Gli altri quattro premiati sono:  Cascina Don Guanella Società Cooperativa Sociale Agricola - Lecco, Fondazione Div.Ergo onlus - Lecce, Fondazione Giovan Battista Scalabrini onlus - Como, La Rotonda Associazione di Promozione Sociale - Baranzate (MI).

Scomparso il 13 marzo 2016, Angelo Ferro ha affiancato la carriera di imprenditore e docente universitario a un impegno costante nel campo del sociale ricoprendo numerose cariche associative e promuovendo iniziative in campo culturale, sportivo ecc. Negli ultimi anni di presidenza di OIC ne ha ampliato notevolmente la dimensione operativa e soprattutto il significato esemplare, realizzando molte attività volte a trasformare l’anziano da problema a risorsa sociale. È stato infine un apprezzatissimo Consigliere di Amministrazione di Intesa Sanpaolo e della Cassa di Risparmio del Veneto. 

 

Articolo di Giovedì 4 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it