Condividi la notizia

EMERGENZA STRAORDINARIA CORONAVIRUS

Coronavirus: E' andato tutto bene. Grazie a loro [VIDEO]

“Parlavamo con gli occhi e le voci ovattate”: la testimonianza dello staff medico e infermieristico del Covid Hospital di Trecenta

0
Succede a:
ROVIGO - Nel dodicesimo giorno consecutivo a contagio zero in Polesine il direttore generale dell'Ulss5 Polesana Antonio Compostella dà voce a chi, dal Covid hospital di Trecenta ha fronteggiato l'emergenza straordinaria da Coronavirus.

Due video pieni di emozione hanno raccontato a giornalisti e cittadini la forte esperienza di curare i pazienti Covid-19: l’ospedale San Luca torna ad attività ordinaria preservando ben 100 posti letto di medicina Covid e un’area di terapia intensiva se dovesse ripresentarsi una recrudescenza del contagio.

Il video con le fotografie realizzate nel reparto di Terapia intensiva è accompagnato da un testo che racconta l'esperienza straordinaria dell'emergenza sanitaria vissuta.

Tutto iniziò all’improvviso. Ci hanno incoraggiati. Ci siamo uniti - Non mi ricordo, non mi ricordo con gli occhi, ma con il cuore.
Non riconosco il tuo sorriso, ma se ti guardo negli occhi, sei chi era al mio fianco. Dietro a queste corazze, tante sensazioni.
A modo nostro ci siamo impegnati. A modo nostro siamo andati avanti, collaborando, sostenendoci, rimanendo determinati, uniti nelle difficoltà, condividendo i nostri pensieri, continuando nel nostro dovere, con momenti di angoscia ed emozioni continue.
La passione per la professione. Sensazioni forti, di amicizia, di paura, fiducia, coraggio.
Esperienza incomparabile, indimenticabile. Forza ragazzi!
Una squadra che doveva combattere cercando di vincere, con il sacrificio, capendo i nostri sguardi.
Certo che siamo riusciti a scrivere un pezzo di storia.

Le nostre cicatrici sono il segno della dura battaglia!! Ma il nostro sorriso sarà la fotografia della vittoria!!


L’ospedale San Luca ha ripreso la normale attività, tra pochi giorni anche l’area della chirurgia tornerà attività, sono ripresi ricoveri, l’attività dei prelievi, la funzionalità del polo di diagnostica per immagini - ha spiegato il Antonio Compostella – siamo a un secondo giro di boa dalle riaperture, ritengo che, se procediamo con cautela e in sicurezza, rispettando le regole che conosciamo, risultati incoraggianti e confortanti sono stati ottenuti”.


Il direttore della Anestesia e rianimazione dell’Azienda Ulss 5 Giuseppe Gagliardi ha raccontato “E’ stata una esperienza incredibilmente forte, che ci ha uniti, che ci ha cambiati migliorandoci, nella dura quotidianità di una battaglia nuova, contro una patologica sconosciuta e per la complessità situazioni cliniche. Ringrazio tutto lo staff, per la straordinaria abnegazione profusa, e ringrazio la cittadinanza per la squisita vicinanza”

POSITIVITÀ
0 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 449 i residenti in Polesine con positività al COVID-19 riscontrati da inizio epidemia).
STRUTTURE RESIDENZIALI EXTRA OSPEDALIERE IN POLESINE
Non si segnalano nuove positività o nuove guarigioni.
Gli ospiti delle Strutture attualmente positivi sono 2 a Fratta Polesine; nessun operatore delle Strutture Residenziali è attualmente positivo.

OSPEDALE NELLA FASE 2 – RIPRESA DELLE ATTIVITÀ

Nella giornata di giovedì 4 Giugno sono state erogate un totale di 8.251 prestazioni.
ATTIVITÀ CUP (Centro Unico Prenotazione)
Il Centro Unico di Prenotazione ha ricevuto, ieri 4 Giugno, 6.226 chiamate.
TAMPONI
I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 32.094. Le persone sottoposte a tampone sono 18.174.
GUARIGIONI
Il totale rimane di 405 guariti in Polesine da inizio epidemia.
RICOVERATI
0 ricoverati.
Ad oggi sono 67 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

 
Articolo di Venerdì 5 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it