Condividi la notizia

ECONOMIA INVESTIMENTI

Trading online: iniziare con il deposito minimo di Etoro

Non si tratta di un gioco ma di una vera e propria speculazione finanziaria, che richiede una conoscenza base del settore, dei mercati e dei beni su essi quotati

0
I mercati finanziari sempre più volatili stanno portando, molti investitori, a investire con il trading online attirati dalla possibilità di cavalcare l’onda e ottenere rendimenti interessanti. Come molti sanno, infatti, gli investimenti considerati “sicuri”, come ad esempio i conti deposito o i libretti di risparmio, hanno rendimenti prossimi allo zero.
Pertanto se si vuole ottenere un minimo di rendimento bisogna necessariamente correre qualche rischio. Va anche detto che oggi, grazie alle moderne tecnologie, è possibile aprire un conto per fare trading online anche con piccole somme di denaro. Ne è un esempio il conto di Etoro che può essere aperto con un deposito minimo alla portata di tutti. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di fare chiarezza, una volta per tutte, sull’argomento.

Quando si parla di trading online va specificato che non si tratta di un gioco ma di una vera e propria speculazione finanziaria, che richiede una conoscenza base del settore, dei mercati e dei beni su essi quotati. Praticare il trading comporta dei rischi legati alla perdita del capitale investito e, per arginarli, lo studio e la pratica sono fondamentali.
Se fatta con coscienza, si dimostrerà essere un’attività estremamente remunerativa. Su internet è facilmente reperire il materiale didattico necessario, messo a disposizione da siti specializzati e professionisti del settore.
Acquisite le basi del trading, sarà necessario fare un po’ di pratica sul campo. A questo scopo esistono dei software per la simulazione della compravendita finanziaria, tramite i quali è possibile operare nei mercati e testare le competenze acquisite, migliorando il proprio trading senza incorrere in perdite economiche.
Inoltre, per diventare un buon trader, bisogna dedicare del tempo alla raccolta di informazioni economico-finanziarie sempre aggiornate ed effettuare un’analisi di mercato mirata a individuare momento e prodotto migliori.
 

Broker e Piattaforme: il caso di Etoro

Nel momento in cui si è pronti a diventare operativi, il primo passo da fare è quello di trovare un broker online. Il trader non può accedere alla Borsa in autonomia e comprare un bene, ma necessita di un intermediario finanziario, il suddetto broker, che abbia la licenza per eseguire operazioni con la Borsa.
La licenza viene rilasciata dagli enti di controllo locali che gestiscono i mercati finanziari del territorio, come quelli europei CySEC e CONSOB, che regolano rispettivamente mercato cipriota e italiano e che tutelano gli investitori dalle truffe.
Scelto il broker, si dovrà effettuare un’iscrizione per accedere alla piattaforma di trading online, il programma informatico che mette in contatto il cliente con i mercati e sul quale avvengono le transazioni finanziarie. A questo punto sarà necessario creare un conto sul quale versare un capitale minimo iniziale con il quale sarà possibile investire e speculare sui prodotti finanziari.
Ogni broker richiede una propria soglia di deposito minimo ma, fortunatamente, alcuni degli intermediari online più conosciuti come FBS, Trade.com ed eToro, risultano essere accessibili anche a coloro che non dispongono di grandi somme di denaro. A questo riguardo, a proposito del deposito minimo etoro, è possibile attivare un conto partendo da 200 euro a salire.
In alcuni casi i broker forniscono consigli su quali asset si devono acquistare e vendere, e mettono a disposizione dei propri clienti strumenti che aiutano a organizzare il piano di investimento. Tuttavia non devono essere confusi con i pianificatori finanziari, che tendono a offrire una guida più mirata sulla propria situazione finanziaria.
 

Come aprire un conto di trading

Come spiegato in precedenza, per aprire un conto personale di trading online bisogna disporre di una piccola cifra iniziale e accedere al sito del broker, al quale si dovranno fornire:
  • Una copia della carta d’identità/passaporto/patente, fondamentale per la verifica l’identità dell’utente;
  • Il codice fiscale;
  • Un indirizzo mail attivo;
  • Il numero di telefono.
Infine bisognerà accettare i termini e le condizioni del broker. Effettuati questi passaggi sarà possibile accedere ai servizi della piattaforma di trading e provare a operare sui mercati finanziari. Per i trader alle prime esperienze sarà possibile sfruttare le funzionalità del conto demo.
Il conto demo simula il conto reale e permette all’investitore di vedere i risultati della propria strategia di trading, senza comportare né perdite né guadagni. Limitare al massimo i rischi legati alla speculazione finanziaria è fondamentale per far sì che il trading diventi un’attività davvero profittevole.
 
Articolo di Sabato 6 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Rubriche

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it