Condividi la notizia

ANNO SCOLASTICO

I professori delle medie Casalini ringraziano gli studenti: "La scuola è dove siete voi" [VIDEO]

Ringraziamento dei docenti della scuola dell'Istituto comprensivo Rovigo 3 ai ragazzi e alle loro famiglie per l'impegno profuso durante questo difficile anno scolastico attraverso un commovente video

0
Succede a:
ROVIGO - Le scuole medie Casalini di Rovigo hanno chiuso l'anno scolastico per via telematica, come tutte, o quasi, le scuole d'Italia.

Il team dei docenti, al termine di un secondo quadrimestre difficilissimo, che per tre mesi si è svolto attraverso le videolezioni quotidiane, ha voluto ringraziare gli studenti e le loro famiglie per la partecipazione, per l'impegno, per la gioia, nonostante tutto. L'idea è di Matteo Ferlin, professore di matematica, con il testo delle docenti di lettere Silvia Rossin e Angela Melin.

Una testimonianza che ribadisce la scuola valore fondante delle nuove generazioni, ma soprattutto riafferma l'umanità della scuola, perché la scuola è sì istruzione, formazione, educazione, ma soprattutto scambio, arricchimento reciproco, vita che scorre tra corridoi e banchi. Il video è un percorso nelle aule vuote della scuola di via della Resistenza a Rovigo, che ricordiamo è guidata dal preside Fabio Cusin, con le parole che scorrono, quasi una poesia.

Respirare silenzi, sentire il rumore delle scarpe che rimbombano, non incontrare nessuno come fosse luglio, entrando da quella porta molto spesso lasciata aperta per sbaglio, non sentire gli odori percorrendo quei corridoi, odori di carta, di fotocopie, di cioccolata calda, di giacche lasciate ad asciugare appesi alle sedie, di bucce di mandarini, di lions e Nutella biscuits, di gomma da cancellare, di gomma da masticare. La scuola e il suo odore che manca quando non lo si respira più, che la candeggina non può togliere dal cuore... passare davanti alle aule e non sentire una presenza, e neppure un ricordo, scatole igienizzate e piene del nulla. E ritrovarsi a casa, tutti insieme dietro uno schermo, cercare di rispondere a tutti voi "prof dove trovo i compiti?", "Per quando?". Rispondere a tutti e provare quella cosa che si chiama "non fare mai abbastanza", scappa in sorriso, una sgridata... e accorgersi che la scuola non è quell'edificio sterilizzato, quell'aula, quei corridoi. La scuola è dove siete voi ragazzi e dove con voi ci siamo anche noi! Che l'estate sia luminosa!.

Articolo di Lunedì 8 Giugno 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it