Condividi la notizia

Onorificenze ai deportati nei lager nazisti della seconda guerra mondiale

GIORNATA DELLA MEMORIA Insigniti della medaglia d'onore del Presidente della Repubblica 13 polesani

0



Commozione negli occhi e nei volti dei polesani deportati nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale che sono stati insigniti della medaglia d’onore conferita dal Presidente della Repubblica



Rovigo - Sono stati insigniti della medaglia d’onore conferita dal Presidente della Repubblica e consegnata dal prefetto Aldo Adinolfi i polesani deportati nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Nevio Furlani di Adria, Bruno Brusco di Arquà Polesine, Walter Merli di Bergantino, Agostino Finotelli di Corbola, Luigi Tarricone di Occhiobello, Vittorio Garavello di Pontecchio Polesine, Primo Nalin di Porto Tolle, Felice Ambroglini di Rovigo, Umberto Barbi e Massimiliano Gasparetto di Rovigo, Otello Gambaro di Rovigo, Goliardo Vischi di Trecenta e Pietro Rizzi di Villadose, sono coloro che hanno vissuto la tragedia dell’olocausto. Accompagnati dal sindaco della proprio comune hanno ritirato l’onorificenza dalle mani del prefetto di Rovigo Aldo Adinolfi.

“Speriamo che le future generazioni siano più pacifiche di quelle del secolo scorso ma anche di quella attuale, perché se ci sono 82 conflitti in corso, vuol dire che il mondo di oggi non vive proprio in pace" sono le parole dell’intervento dell’assessore provinciale Tiziana Virgili, quindi il vice presidente Gino Sandro Spinello, il vescovo Lucio Soravito de Franceschi ed il sindaco Fausto Merchiori hanno ricordato il dramma della Shoah. Alla consegna delle medaglia erano presenti anche alcune classi dell'Istituto Tecnico De Amicis e Marco Polo di Rovigo e delle scuole medie di Costa e di Arquà.
Articolo di Martedì 27 Gennaio 2009

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it