Condividi la notizia

COMUNE

Il sindaco chiede Villa Pampanini per riportarla all’antico splendore

Il decoro è doveroso in ricordo di Rosetta Pampanini, il sindaco di Corbola (Rovigo) Michele Domeneghetti  chiede di poter intervenire per salvare la storica proprietà in stato di abbandono 

0
Succede a:
Articolo di Venerdì 3 Luglio 2020

CORBOLA (Rovigo) - I proprietari delle case e dei giardini su pubbliche vie sono tenuti a fare le dovute manutenzioni. I giardini non curati, oltre che motivo di decoro urbano, con la stagione estiva, diventano un problema di igiene e salute pubblica nonché riflettere il rispetto per i vicini confinanti e per la comunità tutta. Numerose infatti le segnalazioni di coloro che lamentano l’insorgere di zecche, topi, bisce, scarafaggi e naturalmente le zanzare, che con la West Nile sono motivo di ulteriore preoccupazione.

“Dispiace constatare come immobili di una certa rilevanza lungo la via principale siano lasciati letteralmente in decadenza. Un esempio per tutti la Villa Pampanini - il commento del sindaco di Corbola Michele Domeneghetti  - dove il decoro sarebbe doveroso solo per la memoria della nostra concittadina Rosetta Pampanini.

Ancora oggi la figura di Rosetta è motivo identitario per la nostra Comunità e molti, ancora oggi, ricordano fatti e vicissitudini che rimandano alla sua gloriosa carriera di soprano di fama internazionale. Dispiace che tale ricordo non sia curato, mantenuto e valorizzato come dovrebbe;

dispiace altresì, come amministrazione, non poter intervenire senza legittimo impegno della proprietà; ma dispiace ancor di più perché sono spariti anche tutti gli amici di Rosetta che tanto avevano fatto sperare nella scorsa campagna elettorale scomodando addirittura anche il FAI . 

“Capisco le difficoltà e l’impegno nel mantenere un immobile di tale rilievo - continua il sindaco - pertanto, sensibili alle tematiche storico/culturali e consci dei benefici che porteremmo alla nostra comunità, rivolgendomi alla proprietà, offro il mio interessamento qualora volesse donare la Villa Pampanini al Comune di Corbola con l’impegno e la possibilità di poterla recuperare e riqualificare accedendo a fonti di finanziamento dedicati.

L’attenzione per la promozione del territorio e delle nostre potenzialità ci ha portato in questi anni a riscoprire storie, personaggi, eventi storici che hanno caratterizzato il nostro passato, peccato non poter ancora proporre presso il Parco e presso l’attenzione dei Media questo gioiello che abbiamo in paese”.

Per ora, nonostante i solleciti, il giardino e la villa rimangono ancora da sistemare.

Articolo di Venerdì 3 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it