Condividi la notizia

CARABINIERI

Partecipata Messa in suffragio dell’appuntato scelto dei Carabinieri Antonino Modica  

Ad Arquà Polesine (Rovigo) si era distinto per la grande professionalità ed umanità, Antonino Modica, il 13 luglio 2018 è morto in servizio, una perdita che ha lasciato un profondo vuoto nella comunità 

0
Succede a:
Articolo di Lunedì 13 Luglio 2020

ARQUA’ POLESINE (Rovigo) - Lunedì 13 luglio 2020 alle 18, presso la Chiesa “Sant’Andrea Apostolo” di Arquà Polesine (Ro), è stata celebrata, in forma pubblica, una Santa Messa in suffragio dell’appuntato scelto (qualifica speciale) Antonino Modica, deceduto il 13 luglio 2018 durante l’espletamento di un servizio di viabilità lungo la strada regionale “Transpolesana”, che collega Rovigo a Verona. 

La funzione è stata concelebrata dal cappellano militare della Legione Carabinieri “Veneto”, don Corrado Tombolan, e dal parroco di Arquà Polesine, don Vincenzo Cerutti. 

Presente una rappresentanza del Comando provinciale Carabinieri di Rovigo, guidata dal comandante provinciale Colonnello Antonio Rizzi, il sindaco del comune di Arquà Polesine, Chiara Turolla, il coordinatore provinciale e rappresentanze di diverse sezioni dell’Associazione nazionale Carabinieri della provincia, nonchè una rappresentanza dell’Opera nazionale assistenza Orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri (Onaomac). 

L’appuntato scelto Modica 55 enne, originario di Palermo, in servizio presso la stazione Carabinieri di Arquà Polesine, era arrivato in Polesine nel gennaio 1989, sposato nel 1994 con Elisa, dalla quale ha avuto i due figli, Luca di 24anni ed Elena di 19. 

Articolo di Lunedì 13 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it