Condividi la notizia

IMPIANTI COMUNALI ROVIGO

Graziano Azzalin sul Gabrielli: “Hanno valutato in minor tempo il progetto del ponte di Genova”

Consiglio comunale rovente, stadio Gabrielli chiuso da un mese, Rovigo calcio fuori dall’impianto, due domande a Palazzo Nodari, da 30 giorni si discute del nulla. Il consigliere Azzalin chiede risposte

0
Succede a:

ROVIGO - E’ intollerabile. Da un mese lo stadio Gabrielli è chiuso, un caso che coinvolge direttamente il Rovigo calcio estromesso dall’impianto alla vigilia del dell’Open day del settore giovanile, ma la cosa più grave, la società non ha certezze per le imminenti iscrizioni ai campionati.

Un caso esploso anche in consiglio comunale, a sollevarlo non una persona qualunque, ma il consigliere di maggioranza Graziano Azzalin, anche consigliere regionale del Partito democratico. Un duro attacco a cui si è accodata anche il presidente del consiglio comunale, Nadia Romeo. Da un mese, non da ieri, due società attendono una risposta, non un contributo, attendono "solo" una risposta.

Graziano Azzalin nel consiglio comunale di giovedì 30 luglio ad un certo punto ha anche alzato la voce, ed ha ragione da vendere, non è una città normale quella che fa stare sulle spine una società di calcio che rappresenta la città, con una Prima categoria e un settore giovanile florido (Rovigo calcio), ed una seconda che chiede l’utilizzo dell’impianto (Grandi Fiumi). Non è normale che venga istituita una commissione per decidere su una cosa molto semplice, coinvolgendo anche la Quarta commissione consiliare e i capigruppo, diluendo ulteriormente i tempi (LEGGI ARTICOLO).

“Da un mese lo stadio è chiuso - ha esordito Azzalin - ma da quella data sono pervenute due domande per avere lo spazio nell’impianto, poi dopo due settimane è stata nominata una commissione per valutare due domande, due. Ora siamo alla vigilia della risposta, ma è preoccupante perchè siamo in scadenza per le iscrizioni ai campionati di calcio. Chiedo all’amministrazione comunale se sono normali o accettabili questi tempi, non volgo sentirmi dire che sono legittimi, e nemmeno una problema burocratico. Risulta che siano previsti interventi per sistemare il Gabrielli, chiedo i tempi. Chiedo se l’Amministrazione ha intenzione di assumersi l’impegno di indire una gara alla quale segua una convenzione per una gestione pluriennale per programmare l’attività sportiva per non trovarsi in queste situazione.

Non voglio fare polemica, ma tra tre giorni viene inaugurato il ponte di Genova, abbiamo perso più tempo a valutare due domande, che per valutare il progetto del ponte. Due domande attendono risposte, cosa c’è da approfondire? Queste cose devono avere tempi certi, chiedo un impegno dell’amministrazione, la risposta ‘devo approfondire’ non mi basta. Anche chi non ha diritto merita una risposta (parole sante, ndr). C’è chi vuole fare del sport, è un problema della macchina amministrativa che riguarda la Giunta e il consiglio, mi sono sentito dire troppo volte domani, dopodomani, attendiamo dei chiarimenti, due domande, due domande sono state presentate. Cosa c’è da approfondire?. Se qualcuno che non è dentro la Giunta ha delle responsabilità deve risponderne”.

“Una vicenda che si sta trascinando da troppo tempo - ha evidenziato Nadia Romeo - la commissione non ha competenze specifiche e si trova in difficoltà, sollecito l’amministrazione a trovare una risposta”. L’unica risposta plausibile era lasciare il Rovigo calcio al suo posto in attesa di effettuare il lavori al Gabrielli e poi andare a gara, invece no. Palazzo Nodari ha deciso di incartarsi da solo. Due i campi omologati dalla Figc, gli altri due si possono usare solo per gli allenamenti, lo spazio per due società all'interno dello stadio non c'è, non è difficile da capire guardando i numeri le quantità delle squadre iscritte nella stagione 2019-2020.

Sindaco Gaffeo assente, a prendere la parola il vicesindaco Tovo “abbiamo messo a bilancio oggi le risorse per l’intervento allo stadio” e l’assessore allo Sport, Erika Alberghini che sui lavori allo stadio Gabrielli (LEGGI ARTICOLO) , non ancora a norma (meglio ricordarlo a tutti, ndr) ha riferito “da lunedì 3 agosto si contatteranno le aziende visto che sono già stati effettuati i sopralluoghi, sollecito gli uffici giornalmente per risolvere la questione, c’è una istruttoria che si conclude venerdì 31 luglio, comunque il dirigente (Giovanni Tesoro, ndr) mi ha assicurato che verrà effettuata una assegnazione temporanea, anche se saranno necessari ulteriori approfondimenti”. intanto i 184 tesserati del Rovigo calcio attendono di sapere dove giocheranno (LEGGI ARTICOLO).
Assurdo.

Giorgio Achilli

Articolo di Venerdì 31 Luglio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it