Condividi la notizia

BADIA POLESINE SCUOLE

Il preside Piero Bassani omaggiato e applaudito da tutto il consiglio comunale di Badia

Il sindaco Giovanni Rossi, spende parole di ringraziamento per una figura importantissima per il panorama badiese e per ciò che ha fatto in tutto questo tempo per le scuole del paese

0
Succede a:
Articolo di Giovedì 20 Agosto 2020
BADIA POLESINE (Rovigo) – Con un lungo applauso dell’intera aula consiliare comunale, lunedì scorso 17 agosto, Badia Polesine ha reso omaggio a Piero Bassani, che fra pochi giorni lascerà “...a malincuore”, per raggiunti limiti di età, la guida dell’Istituto Primo Levi.
L’omaggio “al preside”, come ha nostalgicamente sottolineato il sindaco Giovanni Rossi: "Era dovuto, non solo per la personale, pluriennale e non sempre facile frequentazione, anche come consigliere provinciale ma ancor più perché Piero ha fatto moltissimo per la scuola e quindi anche per la nostra città, mettendo sempre al centro lo studente”. 

Bassani, che è stato anche sindaco di Lendinara dal 1995 al 2004, ha simpaticamente replicato a Rossi spiegando che, proprio grazie a quell’esperienza amministrativa, ha imparato a portare tanta pazienza nei rapporti istituzionali. Insomma, è andato in scena un simpatico siparietto messo in atto dai due per mascherare la commozione. Fattosi serio Bassani ha parlato degli anni trascorsi nella scuola, tra tante vicissitudini e problemi, rivendicando il solo merito d’aver saputo trovare tanti validi collaboratori capaci e disponibili, grazie ai quali l’Istituto superiore di Badia è cresciuto.

“Quando sono entrato come docente di lettere negli anni ’80 all’istituto tecnico femminile L. Einaudi, ormai in piena decadenza, c’erano 70 ragazze. Ora invece, al Primo Levi (che riunisce l’Istituto tecnico "L. Einaudi" e liceo "E. Balzan"), anche per merito di chi mi ha preceduto, siamo arrivati ad avere 1200 iscritti, provenienti da 51 comuni. Siamo stati pionieri del liceo linguistico e dell’istituto biologico, creando quella che oggi è una bellissima realtà, con una gestione complessa che però lascio in buone mani al professor Golinelli, già esperto di direzione scolastica e del quale ho caldeggiato per quanto possibile la nomina”.

Prima della rituale foto finale, con la consegna di un bassorilievo replicante la formella della baccante di epoca romana che si trova incastonata alla base del campanile della Vangadizza, Bassani ha aggiunto: “Però se mi chiedete se lascio volentieri la scuola, vi dico di no”. Presente alla cerimonia che ha preceduto il consiglio comunale, il professor Amos Golinelli, dirigente dell’istituto comprensivo, che sostituirà Bassani a settembre, sicuramente rinfrancato dalle parole di stima ricevute.   
Ugo Mariano Brasioli
Articolo di Giovedì 20 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it