Condividi la notizia

#elezioniVENETO2020

M5s: "Trasporto pubblico: tutti i progetti portati avanti fino ad oggi dalla Regione si sono sviluppati nell'area nord del Veneto"

Le proposte avanzate dal candidato presidente M5S alla Regione Veneto Enrico Cappelletti e dai candidati consiglieri Elena Suman e Federico Rizzi

0
Articolo diVenerdì 21 Agosto 2020
ROVIGO - "Lo sviluppo di un territorio necessita inevitabilmente di una rete di trasporti funzionale e capillare e da questo punto di vista, il Polesine è stato dimenticato per troppo tempo: tutti i progetti portati avanti fino ad oggi dalla Regione si sono sviluppati nell'area nord del Veneto, ovvero in zone più densamente popolate e più industrializzate, e chi ha governato fino ad oggi non ha fatto altro che trovare soluzioni “ il più delle volte discutibili” alle criticità che si venivano a creare". Lo affermano il candidato presidente M5S alla Regione Veneto Enrico Cappelletti e i candidati consiglieri Elena Suman e Federico Rizzi che d'altro canto espongono le loro proposte.
"La nostra intenzione è di ribaltare questo modo di operare, - affermano i 5 stelle - e di progettare uno sviluppo economico sostenibile e allo stesso tempo realizzare un sistema viario che sia funzionale: come è noto, l'impegno del Movimento punta su una viabilità a basso impatto inquinante preferendo, al trasporto su gomma, il trasporto ferroviario.
Il Polesine si trova al centro di due direttrici che possono essere rilevanti per il territorio stesso ma sottovalutate da sempre, ovvero la Brennero-Mare e Adriatica (Ravenna- Venezia).

"Il programma trasporti è chiamato - dicono - a svolgere un ruolo sostanziale nel raggiungimento degli obiettivi prefissati nel nostro programma, contenuti proposti e delineati attraverso azioni che dovranno essere avviate nell’immediato e orientati a risolvere i principali problemi che da anni gravano sul settore e soprattutto sul territorio".

Brennero-Mare. "Attualmente la linea ferroviaria Verona – Rovigo – Chioggia viene classificata fra le 10 peggiori linee ferroviarie d'Italia dal rapporto “Pendolaria” di Legambiente del 2017-2018-2019, linea a binario singolo (tranne per alcuni tratti dove si interseca con altre linee ferroviarie vicino a Verona) e non elettrificata. Si rende necessario potenziare la linea trasformandola a doppio binario ed elettrificandola, creando una sorta di metropolitana di superficie con treni moderni e veloci.  Potrebbe essere utilizzata anche per trasporto merci, attraversando l’Interporto di Rovigo, congiungendo il trasporto fluviale con quello stradale e ferroviario. Nello stesso tempo si rende necessario far proseguire la statale Transpolesana fino al mare, come da progetto iniziale. Attualmente l’opera rimane un’eterna incompiuta, interrotta a Rovigo, dove il traffico verso mare viene dirottato sulla strada regionale Rovigo-Adria e successivamente sulla strada provinciale Adria-Loreo.

Adriatica (Ravenna- Venezia). "Il collegamento tra Venezia e Ravenna, seguendo il tratto adriatico, attualmente è effettuato attraverso la sola SS 309 Romea, sottodimensionata per la mole di traffico che è costretta a sopportare, nello stesso tempo non esiste una linea ferroviaria che congiunga Mestre a Ravenna per poi congiungersi alla Linea Adriatica. Anche la linea ferroviaria Adriatica la possiamo considerare un’eterna incompiuta: manca infatti il tratto da Rimini a Venezia per poter congiungere attraverso una linea lungo la litoranea adriatica Trieste a Lecce e possiamo sostenere che lo sviluppo del Polesine sia stato rallentato anche per la mancanza di una infrastruttura come questa.
È quindi ormai giunta l’ora di congiungere Mestre a Ravenna (Rimini), a mezzo ferrovia che passerebbe adiacente alla strada Romea.
Si rende necessaria un’analisi dei flussi polesani sia per le persone che per le merci, con lo scopo di rivedere l'intera viabilità e dare maggiore spinta possibile ad un trasporto ecosostenibile, con il minor impatto ambientale fattibile, mantenendo un servizio conveniente alla popolazione, implementando le due direzionali sopra citate".


 
Articolo di Venerdì 21 Agosto 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it