Condividi la notizia

L’INIZIATIVA

Nasce “trova casa” per cercare un’abitazione a Gaiba 

Dal mese di settembre i proprietari privati di abitazioni presenti sul territorio comunale di Gaiba (Rovigo), interessati alla vendita o all’affitto degli immobili, avranno uno spazio gratuito, simile ad una bacheca  anche sui canali istituzionali

0
Succede a:
Articolo di Giovedì 3 Settembre 2020

GAIBA (Rovigo) - “Trova casa” è il nome del nuovo progetto approvato dal Comune di Gaiba. Dal mese di settembre i proprietari privati di abitazioni presenti sul territorio comunale, interessati alla vendita o all’affitto degli immobili, avranno uno spazio gratuito, simile ad una bacheca virtuale, anche sui canali istituzionali. Per aderire basta collegarsi al sito del Comune di Gaiba https://www.comune.gaiba.ro.it/trova-casa-2/ o cercare le info sulla App Municipium. Si tratta di un servizio di informazione e pubblicità volto ad incentivare la vendita e affitto delle suddette abitazioni e facilitarne la ricerca da parte di nuove famiglie che vorranno insediarsi a Gaiba. Il servizio è volto esclusivamente a facilitare il contatto tra acquirente e venditore ed è utilizzabile dai soli proprietari di fabbricati siti nel territorio comunale.

“Durante il primo anno di amministrazione comunale - commenta il vicesindaco  Asia Trambaioli - abbiamo cercato di sviluppare diversi progetti a costo zero che potessero essere utili nell’immediatezza alla comunità mettendoci in dialogo con le necessità della cittadinanza; progetti utili anche a far apprezzare la nostra comunità all’esterno dei confini comunali. Seppur in una condizione di crisi economica e appartenendo ad un’area considerata depressa a causa degli indici di denatalità e scarsità di opportunità lavorative ulteriormente aggravati dalla pandemia globale, il mercato immobiliare è diventato molto interessante per chi si affaccia ad acquistare un immobile. Questo perché il lento ma progressivo spopolamento di queste aree ha provocato un inevitabile e pronunciato deprezzamento del patrimonio immobiliare esistente. Da qui la necessità di invertire la tendenza per valorizzare la nostra comunità e rilanciarla coniugata alla grande attrattiva dettata da prezzi degli immobili molto competitivi, con l’ulteriore incentivo dell’Ecobonus 110% per una maggior efficienza energetica delle abitazioni datate. Gaiba è un piccolo comune con una comunità vivace che genera attività e relazioni. I servizi di ristorazioni, le aziende degli artigiani e agricoltori locali, la scuola materna, il nido e la scuola primaria, la bellezza della zona arginale prospicente al fiume Po e la golena Bonello ideali per chi ama passeggiare, utilizzare la bici o navigare il fiume, le ricchezze storiche come il monastero benedettino Le Caselle, le quattro chiese, il complesso della villa Fiaschi, il sito archeologico della Dama di Chiunsano, le opportunità sportive dall’equitazione alle attività del centro sportivo con Gaibledon e gioco libero, le associazioni operative come Croce Blu Gaiba e la Protezione Civile – ANC, lo rendono un comune a misura di famiglia e piacevole da vivere. Il nostro progetto vuole essere una vetrina diretta a chi è intenzionato o incuriosito a conoscere le realtà abitative del nostro territorio e quindi a stanziarsi stabilmente a Gaiba, anche in un’ottica dell’apertura del polo logistico Amazon di Castelguglielmo – San Bellino con nuove assunzioni o di altre realtà imprenditoriali che verranno a svilupparsi nel nostra area grazie alla Zona Logistica Semplificata, ZLS, nei prossimi anni. L’amministrazione rimane a disposizione per chiarimenti e interessati al progetto”.

Articolo di Giovedì 3 Settembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it