Condividi la notizia

CSA PORTO TOLLE

A fine dicembre apre la casa di riposo di Porto Tolle

Il consorzio Pass del direttore Cristiano Capisani ha presentato, insieme alla vicesindaco di Porto Tolle (Rovigo) Silvana Mantovani la struttura all'interno del centro polifunzionale già inaugurato a febbraio scorso

0
Succede a:
Articolo di Lunedì 14 Dicembre 2020
PORTO TOLLE (Rovigo) - La vicesindaco Silvana Mantovani e il direttore del Consorzio Polesine Assistenza Socio Sanitaria – Pass, dott. Cristiano Capisani hanno
annunciato l’imminente apertura del Centro Servizi Anziani di via Novembre ’66 a Ca’ Tiepolo, il primo di questo territorio. La struttura, che nasce nel cuore nel territorio comunale, di fronte all’asilo nido comunale e alla piazza del mercato di Ca’ Tiepolo, è pronta ad accogliere gli anziani di Porto Tolle: “Il 30 marzo 2018 sono iniziati i lavori del Centro Polifunzionale e il 3 dicembre 2019 sono stati ultimati".



"Il 30 gennaio Pass ha richiesto all’autorizzazione all’esercizio alla Regione, ma a febbraio l’inizio della pandemia ha bloccato l’iter, rimandando la verifica dei tecnici dell’Ulss 5 al 10 luglio. Il 12 ottobre è stata data l’autorizzazione. Sebbene la Regione abbia dato l’autorizzazione a costruire spazi per un totale di 48 posti letto, nel Piano di Zona attuale sono previsti 42 posti. Il 21 ottobre abbiamo quindi inoltrato la richiesta di ampliamento per i 6 posti letto autorizzabili all’esercizio".

"Lo scorso venerdì mattina i tecnici dell’Ulss 5 Polesana hanno visitato la struttura per l’accreditamento. Sono orgogliosa di aver fatto parte della storia di questo centro per anziani, il cui inizio risale al 2003, con l’amministrazione Finotti, e per il quale tutte le amministrazioni successive, inclusa la nostra, si sono adoperate – ha detto la vicesindaco – il San Nicolò è stato concepito per fornire un servizio che vada oltre la canonica struttura residenziale".

"Si tratterà di un punto di riferimento per i nostri anziani non autosufficienti per le loro famiglie, che potranno usufruirne anche per richiedere accessi diurni, notturni o
anche temporanei. Prevediamo di inaugurare il centro nelle prossime settimane, compatibilmente con le normative anti-Covid19”.

Successivamente il dottor Capisani: “Il Csa San Nicolò è una residenza che propone agli ospiti cure mediche, sostegno nelle attività quotidiane, risposte ai bisogni della vita quotidiana e relazionali grazie a personale dedicato, qualificato e multidisciplinare. Oltre alla classica formula residenziale, è infatti possibile optare per l’accoglienza diurna, che permette di stare in struttura dalle 8:30 alle 16:30 e poi tornare al proprio domicilio".

"Inoltre è possibile trascorrere in struttura le sole ore notturne, entrando per la cena ed uscendo dopo la colazione. Infine si possono sce gliere dei weekend o dei periodi limitati per rispondere a bisogni temporanei di ospiti e famigliari. Il centro ospita 42 posti letto in regime la cui retta giornaliera è di 52,70 euro, mentre altri 6 saranno a mercato libero la cui retta giornaliera è pari a 85 euro iva inclusa". 

"All’interno della retta sono compresi anche servizi mensili quali la parrucchiera e l’estetista. Abbiamo messo a punto una struttura che sia in grado di rispondere alle esigenze degli anziani e delle loro famiglie".

"Ogni piano di servizi sarà confezionato su misura del richiedente e della sua famiglia, sarà prodotto di una valutazione personalizzata, anche dal punto di vista economico. Come consorzio Pass collaboriamo con cooperative già operanti sul territorio, quali Goccia, Oasi e Militi Volontari della Croce Verde, perché valutiamo il radicamento territoriale un valore irrinunciabile per servizi come quello che intendiamo fornire".

Concludendo: "A partire da fine dicembre apriremo le porte del San Nicolò, che sarà attivo dal momento in cui avremo formato un gruppo di almeno 10 ospiti. Mentre trascorre il tempo tecnico per l’accreditamento, di cui attendiamo comunicazione ufficiale, e per il quale siamo ragionevolmente fiduciosi, si inizierà con i posti a libero mercato”.

Da mercoledì 16 dicembre il centro aprirà alle visite: “Sarò personalmente presente presso il centro per farlo visitare e per fornire una Carta dei Servizi dettagliata – ha detto la coordinatrice dott.ssa Federica Marangon - oltre al mercoledì e al giovedì dalle 9 alle 15, sarò sempre a disposizione per dare info rmazioni via telefono (349 0854278) o e-mail (segreteria@conspass.it)”.

Il dottor Cristiano Capisani prosegue: “Il 2 settembre scorso hanno avuto inizio le selezioni del personale, che sono attualmente in corso. La fase di reclutamento non è terminata, dunque chiediamo a chi volesse sottoporsi ad un colloquio per le figure professionali ricercate, presenti nel sito web di Pass – www.consorziopass.it - nell’area lavora con noi, di contattarci ai recapiti specificati”.
 
Articolo di Lunedì 14 Dicembre 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it