Condividi la notizia

DIMISSIONI SINDACO DI ROVIGO

Bimbatti: "In perfetto stile Giuseppe Conte il sindaco Edoardo Gaffeo sarà in diretta social mercoledì sera alle 21"

Il coordinatore azzuro, ex vicesindaco con Bergamin, alza un polverone attorno ai problemi interni al Pd che ha sostenuto il sindaco dimissionario. "A Letta avrebbe dovuto parlare dell'ex caserma Silvestri"

0
Succede a:
Articolo di Martedì 4 Maggio 2021
ROVIGO - "Non prendete impegni mercoledì sera, saremo tutti a seguire la diretta social del nostro sindaco, in orario post telegiornali, quando tutti siamo rilassati sui divani alla ricerca di qualche bel film" ironizza Andrea Bimabatti, vice commissario provinciale di Forza Italia, associando il prof. Gaffeo all'ex premier Conte.

"Andrà in scena un film dell'orrore, utilizzando mezzi pubblici, ed il sindaco dimissionario, probabilmente già pentito, ci spiegherà che i partiti vecchi e brutti gli hanno impedito di governare per due anni - commenta Bimbatti - Sì quegli stessi partiti, nella fattispecie il Partito Democratico, che gli ha consentito di sedere sullo scranno più alto di palazzo Nodari, ma che ora sembra un grande ostacolo; salvo poi appellarsi al suo segretario nazionale per tentare di salvare la poltrona" (LEGGI ARTICOLO).

"Verrebbe da pensare che il Rocco Casalino di Rovigo sia il buon consigliere Graziano Azzalin, che in carenza di ruoli ha portato il sindaco a dimettersi, nella speranza di alzare i toni e costringere altri a sottostare ai diktat del sindaco, come portare il tribunale verso la banca (ex d'Italia) o trattare il lodo Baldetti con le banche in gran segreto, o imporre le scelte negli enti così come ha fatto con la formazione della giunta? Ritirare le dimissioni? Probabile, ma a che prezzo e soprattutto chi pagherà il conto, quali teste chiederà per rientrare? Si dice che a volte la miglior difesa è l'attacco, allora vorremmo sapere nel dettaglio quali siano i motivi di queste dimissioni, quali siano i poteri in gioco, quali siano gli interessi in gioco" continua l'ex vicesindaco azzurro.

"Abbiamo assistito in questi giorni a dichiarazioni da rigurgito pentastellato nel chiedere le dimissioni dei consiglieri della fronda Pd con attacchi personali che non hanno precedenti nella storia della città! Lascia sgomenti aver visto rappresentanti di enti o istituzioni inoltrare i messaggini chiedendo ipotetiche firme per far dimettere i consiglieri. Chi ha gli interessi da difendere? Chi vota liberamente e si esprime democraticamente nelle opportune sedi come il consiglio comunale o chi scatena guerre dando dimissioni che hanno più il sapore del voler dimostrare che lui è il Re sole ed il resto sono sudditi? Invece di invocare Letta e lo stato maggiore del Pd per lamentarsi della loro incapacità di governare, perché non interessare Letta per trasferire il tribunale alla xx caserma Silvestri, dove sicuramente anche il sindaco avrebbe preferito portarlo, e considerati i 33 milioni di investimento del demanio, aggiunti ai circa 10 per il tribunale, avremmo risolto tutti I problemi del centro, senza consumo di suolo ed anzi valorizzando il patrimonio esistente?".

"Questo sarebbe stato un buon motivo per coinvolgere Letta, cercare di risolvere davvero i problemi della città, e non utilizzarli per giochi di potere che nulla dovrebbero avere a che fare con il duro e puro sindaco Gaffeo - conclude Bimbatti - Restando sempre in sintonia con Conte/Casalino, ecco caro sindaco non si fidi troppo dei social, a fronte di qualche centinaio di persone che le chiedono di rimanere, ce ne sono altre migliaia che la invitano a tornare ad insegnare, non certo al consiglio comunale, ma alle aule universitarie".
Articolo di Martedì 4 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it