Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Una mischia devastante non basta al Rovigo, il Calvisano domina nel break down

Il Calvisano vince gara 1 di semifinale scudetto contro la FemiCz Rovigo 31-22. Difesa asfissiante della squadra di Guidi, e troppe penalità per il Xv di Casellato, la partita la decide il piede di Schalk-Hugo

0
Succede a:
Articolo di Domenica 16 Maggio 2021

CALVISANO (Brescia) - Calvisano mette sotto pressione la FemiCz Rovigo e vince gara 1 di semifinale al San Michele 31-22 (4-0). Una vittoria costruita con la disciplina per la squadra di Gianluca Guidi, i Bersaglieri, nonostante uno strapotere imbarazzante in mischia chiusa, non sono riusciti a chiudere il match nel primo tempo. Nella ripresa la squadra giallonera ha dominato nel break down, raddoppiando su ogni portatore di palla, imbrigliando il gioco della formazione di Casellato incapace di passare la metà campo per oltre 30 minuti. Un Calvisano consistente, come nelle previsioni, con Schalk-Hugo implacabile dalla piazzola. La FemiCz non è riuscita nella ripresa a muovere il tabellone, eccezion fatta per un penalty di Menniti-Ippolito, al contrario il Calvisano, dopo il sorpasso, ha messo la freccia. Domenica 23 maggio al Battaglini, alle 15 e 30, si presenterà con un discreto vantaggio, 4 punti per effetto della vittoria, e 9 di scarto da difendere. Rovigo dovrà vincere con il bonus, senza concedere nulla al Calvisano, o con 10 punti scarto, senza concedere bonus.

LEGGI LE INTERVISTE A CASELLATO E MENNITI-IPPOLITO

Domenica 16 maggio subito in difficoltà la mischia del Calvisano, la FemiCz Rovigo guadagna un calcio di punizione e Menniti-Ippolito, da circa 40 metri, non sbaglia, 0-3 dopo 4 minuti.

Seconda mischia e dominio assoluto dei rossoblù, penaltouche di Menniti-Ippolito magistrale sui 22 del Calvisano, nella touche i rossolbù guadagnano un calcio di punizione. Rovigo opta per un penaltouche su 5 metri, ma i rossoblù vanificano tutto con una penalità.

Da un fallo di Lubian sui 22 del Calvsano, ed un successivo in avanti di Cioffi sui 22 rossolbù, nasce l’opportunità per il Calvisano di pareggiare il conto con Schalk-Hugo, 3-3 al 14’.

Successivo magistrale intervento di Canali, che obbliga al tenuto Schalk-Hugo, calcio di punizione sui 40 metri che Menniti-Ippolito converte al 16’, 3-6.

Al 18’ tenuto di Ferro, punizione che Schalk-Hugo non può sbagliare da posizione centrale, 6-6.

Nella fiera delle penalità concesse da Mitrea, in un match sostanzialmente corretto, al 24’ Lubian guadagna un calcio di punizione, Menniti-Ippolito converte da 40 metri, 6-9.

Al 31‘ penalità di Ferro in ruck, Schalk-Hugo sfrutta l’occasione per pareggiare da circa 40 metri, 9-9. Da una penaltouche ben giocata con un ottimo drive, arriva un calcio di punizione per il Rovigo, Menniti-Ippolito non sbaglia, 9-12.

Al 38’ nuovo calcio di punizione per il Calvisano, Schalk-Hugo pareggia ancora il conto, 12-12.

Al 40’ errore di Trulla, che si fa stoppare l’ovale all’interno dei 22, nell’azione i bresciani perdono l’ovale, mischia per la FemiCz devastante, e meta tecnica concessa dal Mitrea. 12-19 alla fine del primo tempo. Poteva essere la svolta, invece nella ripresa cambia tutto.

La squadra di Gianluca Guidi aggredisce i rossoblù, rinuncia a due calci di punizione fattibili, per andare in touche sui cinque metri. Rimessa laterale perfetta, palla per Vunisa lanciato in meta, che travolge Andrea Menniti-Ippolito. Schalk-Hugo trasforma per il pareggio, 19-19 al 48’.

Al 55’ il Calvisano ha l’occasione del sorpasso, penalty che decide di non piazzare, touche vincente, ma Rovigo difende alla grande sulla linea dei cinque metri, i bresciani perdono l’ovale ad un passo dalle meta dopo diversi tentativi.

Al 60’ Calvisano non fa lo stesso errore, Schalk-Hugo sfrutta l’occasione dalla piazzola, i padroni di casa si portano avanti per la prima volta. E’ la svolta psicologica. Ancora indisciplina del Rovigo, ennesima penalità, Schalk-Hugo non si fa pregare, 25-19.

Nuovo tenuto, e il Calvisiano allunga al piede, 28-19. Nell’occasione Citton è uscito per un colpo in testa, costringendo Casellato a far rientrare Trussardi. Ancora un tenuto del Rovigo, Calvisano imbraga il portatore di palla e Schalk-Hugo dalla piazzola è implacabile, 31-19.

Menniti-Ippolito segna i primi punti del Rovigo nel secondo tempo a 7’ minuti dal termine, 31-22. A 6’ dal termine giallo per Lugato appena entrato, per falli ripetuti. Il Calvisano continua con una asfissiante difesa ad imbrigliare il Rovigo e la partita termina senza sussulti. Primo round per la squadra di Guidi, i giochi non sono ancora fatti, ma servirà un Rovigo più performance nel reparto arretrato, a Calvisano diverse cose non hanno funzionato.

Nell’altra semifinale giocata sabato, il Petrarca Padova ha già messo un piede in finale vincendo in casa del Valorugby. (LEGGI ARTICOLO)

Giorgio Achilli

Calvisano, Stadio San Michele – domenica 16 maggio
Peroni TOP10, semifinale – andata  31-22     (12-19)
Kawasaki Robot Calvisano v Femi-CZ Rovigo

Marcatori: pt. 4’ cp Menniti Ippolito (0-3), 14’ cp Hugo (3-3), 16’ cp Menniti Ippolito (3-6), 19’ cp Hugo (6-6), 31’ cp Hugo (9-9), 35’ cp Menniti Ippolito (9-12), 38’ cp Hugo (12-12), 40’ meta di punizione Rovigo (12-19); st. 48’ m Vunisa (17-19), 49’ tr Hugo (19-19), 60’ cp Hugo (22-19), 64’ cp Hugo (25-19), 68’ cp Hugo (28-19), 71’ cp Hugo (31-19), 73’ cp Menniti Ippolito (31-22).
Kawasaki Robot Calvisano: Trulla; Garrido-Panceyra, Bronzini, Mazza, Susio; Hugo, Albanese-Ginammi (51’ Semenzato); Vunisa, Casolari (13’ Venditti) (44’ Martani), Izekor; Zambonin, Van Vuren; D'Amico (60’ Leso), Morelli (cap), Brugnara (72’ Gavrilita)
All. Guidi.
Femi-CZ Rovigo: Borin, Cioffi, Moscardi, Antl, Bacchetti (75’ Leccioli), Meniniti Ippolito, Trussardi Charly (46’ Citton) (67’ Trussardi Charly), Ferro (cap) (64 Vian), Lubian (46’ Greeff Carel) , Ruggeri (55’ Sironi), Mtyanda, Canali, Swanepoel Jacobus (72’Brandolini), Nicotera (72’ Cadorini), Leccioli (64’ Lugato).
All. Casellato.

Arb. Mitrea (Udine).
Assistenti: Bottino (Roma), Federico Vedovelli (Sondrio).
Quarto uomo: Chirnoaga (Roma).
Quinto uomo: Vagnarelli (Milano).
TMO: Pennè (Lodi).
Citing Commissioner: Marrama (Padova).
Calciatori: Hugo 9/9; Menniti Ippolito 5/5.
Cartellini:  74’ giallo  Lugato.
Punti per la classifica: Kawasaki Robot Calvisano 4, Femi-Cz Rovigo 0
Player of The match: Hugo Schalk Burger (Kawasaki Robot Calvisano).
Note: Partita in regime di porte chiuse, tempo piovoso, campo bagnato.

Articolo di Domenica 16 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it