Condividi la notizia

PARCO DI GRANZETTE

2 giugno: ultima possibilità per visitare il parco dell'ex manicomio di Rovigo

Con un durissimo attacco al consigliere comunale Matteo Masin ed una famiglia in particolare di Granzette, il presidente de I luoghi dell'Abbandono, Devis Vezzaro, invita tutti all'ultima visita

0
Succede a:
Articolo di Lunedì 31 Maggio 2021
ROVIGO - "Sono triste per aver accettato la sconfitta, ma la mia salute e la mia famiglia sono più importanti di qualche parcheggio o dell’invidia verso un "foresto", che ha saputo realizzare un sogno, un progetto che in molti hanno blaterato, ma oltre alle parole niente hanno fatto". Con queste parole il presidente dell'associazione I Luoghi dell'Abbandono, il vicentino Devis Vezzaro, spiega quanto già annunciato, ovvero il recesso dalla convenzione con la proprietà, l'Ulss 5 Polesana, dell'uso del parco dell'ex ospedale psichiatrico di Granzette in cambio di una costante manutenzione dell'area (LEGGI ARTICOLO).

"Addio Rovigo, abbiamo insegnato ai chiaccheroni che le parole volano e scompaiono, mentre chi si sporca le mani e suda fatica lascia sempre qualcosa di concreto. Io vi lascio un parco meraviglioso, ora tocca a voi prendere il testimone, fate vedere che non siete solo quaquaraqua, Matteo Masin in primis" aggiunge Vezzaro scagliandosi contro il consigliere comunale che, benchè sempre interessato alle questioni della frazione, mai si è speso a favore dell'associazione, ma anzi, a detta di Vezzaro, ha letteralmente remato contro sostenendo di fatto i detrattori della gestione "forestiera".

Vezzaro invita tutti ad un ultimo saluto mercoledì 2 giugno, quando il parco sarà aperto dalle 10.00 alle 18.00, per un’ultima passeggiata al suo interno, per salutare gli animali prima del loro trasferimento. "Venite a salutare noi foresti - insiste Vezzaro - che con amore e sacrificio abbiamo fatto rinascere questo luogo, ma che per la cattiveria di una famiglia locale hanno gettato la spugna".

Per l’occasione saranno aperte le mostre multisensoriali. "Nonostante non sia mai decollata una collaborazione con i membri di gruppi e associazioni locali, con un rapporto di sterile convivenza con i residenti della frazione di Granzette, io Devis Vezzaro, colgo l’occasione ad invitare le famiglie di questa frazione rodigina a vedere cosa abbiamo fatto oltre la rete perimetrale, superando quel cancello, vedendo il parco, che a detta di alcuni abbiamo usato solo per scopi commerciali, oltraggiando il ricordo dei pazienti manicomiali.
A valutare se le critiche giunte spesso, da una fazione che non digeriva il nostro successo, sminuendolo e denigrandolo. Andate oltre, venite in prima persona a considerare i giudizi e le accuse scagliate contro di noi, dirette dal consigliere Matteo Masin come si dirige una orchestra".

L'amarezza nel dover lasciare spinge il presidente Vezzaro all'ultima stoccata contro chi, secondo lui, ha sempre remato contro tanto che conclude dicendo: "Mercoledì 2 giugno i cancelli saranno aperti, io sarò a ricevere il vostro pensiero, sempre che vi sia concesso entrare, senza rischiare di mettervi in cattiva luce con il Kapo’ di Granzette".
Articolo di Lunedì 31 Maggio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it