Condividi la notizia

TRIVELLAZIONI E SUBSIDENZA

I motivi del No alle trivelle in convegno

Forza Italia organizza un incontro a larga adesione politica, dal Partito democratico alla Lega, ed istituzionale con Comuni, Ente Parco e Regione Veneto sui pericoli dell'autorizzazione ministeriale all'estrazione di gas dal giacimento Teodorico

0
Succede a:
Articolo di Giovedì 17 Giugno 2021
PORTO VIRO (Rovigo) - Il dipartimento ambiente e territorio di Forza Italia della provincia di Rovigo, guidato da Enrico Bonafè, dopo essere intervenuto sull'agrivoltaico (LEGGI ARTICOLO), organizza una serata per spiegare il No alle trivellazioni in Adriatico davanti alle coste del Polesine autorizzate dai ministri Franceschini e Cingolani per l'estrazione di gas naturale dal giacimento Teodorico.

All'incontro parteciperanno i vertici azzurri della provincia, ma non solo. Per il partito di Silvio Berlusconi i coordinatori provinciali Piergiorgio Cortellazzo, il vice Andrea Bimbatti, il coordinatore dei senior Renzo Marangon, delle donne Layla Marangoni, dei giovani Alberto Marinelli, insieme al responsabile regionale del dipartimento ambiente Andrea Dian.

L'evento moderato da Bonafè vedrà la partecipazione della locale sindaca Maura Veronese, dell'ex deputato del Pd Diego Crivellari, presentatore di una mozione alla Camera contro le trivellazioni, ma anche dell'assessore regionale della Lega Cristiano Corazzari che porterà la posizione della giunta guidata dal presidente Luca Zaia.

Per l'Ente Parco delta del Po il presidente attuale Moreno Gasparini insieme all'ex presidente, di Porto Viro, Geremia Gennari affronteranno la delicata questione della estrazione di idrocarburi davanti alle coste di un territorio classificato come Riserva della biosfera Mab Unesco.

L'appuntamento è per venerdì 18 giugno dalle 21 negli spazi dell'ex Macello di Porto Viro, in via Navi romane 8.
Articolo di Giovedì 17 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it