Condividi la notizia

SICUREZZA ROVIGO

Caldo, abuso di alcol e furti, diversi interventi della Polizia

Un marocchino completamente ubriaco denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale, nei giardini delle Due Torri in centro a Rovigo, il furto di un telefono si trasforma in una zuffa, per fortuna arriva la Polizia

0
Succede a:
Articolo di Martedì 22 Giugno 2021

ROVIGO - Un pomeriggio di intensa attività di controllo del territorio effettuata dalla Sezione Volanti della Questura di Rovigo unitamente agli equipaggi della Reparto Prevenzione Crimine Veneto di Padova, intervenuti sul territorio nell’ambito del programma di potenziamento a livello regionale.

Nel corso dell’attività è stato rintracciato più volte un cittadino marocchino di 31 anni che, ubriaco, ha in un primo momento disturbato le persone sulla pubblica via e i gestori di un noto locale di Corso del Popolo e poi, probabilmente non ancora soddisfatto, si è trasferito presso la piscina comunale ove ha continuato la sua azione di disturbo dei presenti e del personale dipendente.

All’esito dell’attività svolta il marocchino è stato sanzionato per ubriachezza dagli uomini delle volanti per quanto accaduto in Corso mentre per quanto riguarda i fatti della piscina gli operatori del Reparto Prevenzione Crimine, con non poche difficoltà, sono riusciti a sottrarre dal contesto il soggetto, che in un primo momento ha opposto resistenza e minacciato gli operatori.

In quest’ultima circostanza è stato quindi denunciato per i reati di resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale e di nuovo sanzionato per ubriachezza oltre alla sanzione per mancato utilizzo della mascherina di protezione, tuttora obbligatoria in materia di prevenzione rischio infezione da virus Covid-19.

Sempre nel pomeriggio, gli uomini delle Volanti della Questura sono intervenuti all’interno dei giardini delle Due Torri dove si trovavano un cittadino romeno di 37 anni impegnato in un alterco con un cittadino nigeriano di 20 anni che, secondo quanto riferito dal primo, gli aveva poco prima rubato il telefono cellulare che aveva messo in carica all’interno dei bagni pubblici presenti.

Anche in questo caso l’avvicinamento e le fasi di caricamento nella volante del cittadino individuato come responsabile del furto sono risultate particolarmente complesse e i poliziotti intervenuti hanno dovuto esprimere i migliori livelli di comprensione e autocontrollo, raggiungendo in tal modo lo scopo, senza che emergesse nessuna criticità.

Negli uffici della Questura il tutto è stato quindi formalizzato e per il cittadino di origine nigeriana è scattata la denuncia per furto.

Sempre in quella piazza, poco dopo, un equipaggio delle volanti ha intercettato due soggetti, uno dei quali in evidente stato di alterazione da abuso di sostanze alcoliche che disturbava le persone presenti, alcune anche di giovanissima età.

Il personaggio è stato quindi ricondotto alla calma, sanzionato anche lui per ubriachezza e poi invitato ad abbandonare il luogo per recarsi presso la propria residenza cosicché da smaltire in tranquillità la sbornia.

Questi solo alcuni dei numerosi interventi effettuati nella giornata di lunedì che testimoniano l’impegno reso nel controllo del territorio e nella salvaguardia della sicurezza dei cittadini.

Articolo di Martedì 22 Giugno 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it