Condividi la notizia

SOCIETA' PARTECIPATE

Le tessere del domino per Rovigo cominciano ad andare al proprio posto

Forte dell'appoggio di una parte dei sindaci della provincia i nodi relativi alle nomine in As2 ed in Ecoambiente sembrano sciogliersi per il sindaco del capoluogo Edoardo Gaffeo

0
Succede a:
Articolo di Venerdì 16 Luglio 2021
ROVIGO - L'assemblea dei soci di As2 indetta per lunedì prossimo, partecipata dal blocco maggioritario composto da Occhiobello, Provincia di Rovigo e Consiglio di bacino rifiuti, che si erano messi di traverso nella nomina del presidente di As2 rispetto alla proposta formulata dal comune di Rovigo, ed avvallata da 12 sindaci, è stata rinviata.

"Buon segno - afferma il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo - spero si trovi il modo di dialogare costruttivamente piuttosto che andare in contrapposizione tra soci. Come sindaci chiediamo alla politica di essere al nostro fianco per le richieste al Governo, alla Regione, ai bisogni del territorio, non certo per mettere bocca sulle nomine in società do servizi per le nostre amministrazioni".

Il gruppo, che detiene la maggioranza assoluta delle quote sociali di As2 potrebbe decidere in autonomia per il rinnovo del Cda dell'azienda, ma "Cui prodest?" si chede Gaffeo.

La medesima ventilata ragionevolezza il sindaco del capoluogo, che questa volta si trova socio di maggioranza assoluta in Ecoambiente, insieme agli altri colleghi sindaci al 49%, la applica per la nomina del successore di Giancarlo Lovisari, ex amministratore delegato di Ecoambiente, dimessosi poche settimane fa (LEGGI ARTICOLO).

"In prima battuta non siamo riusciti a nominare l'amministratore delegato (LEGGI ARTICOLO), confido che la nuova figura già individuata, e che ha dato la propria disponibilità, possa trovare la maggioranza del consenso, anche perchè sono gli stessi sindaci che hanno deciso di affidare le medesime procure agli amministratori precedenti, prima Ivano Gibin, poi Giancarlo Lovisari".

Gaffeo auspica che finchè non si metterà mano ad una organizzazione aziendale che preveda o un direttore generale con tutte le procure oggi "spalmate" tra direttore tecnico ed amministratore delegato, piuttosto che un organismo di gestione composto da direttore tecnico, amministrativo e gestionale, il mettersi di traverso per capriccio o per negare operatività all'azienda per 11 mesi, quanto resta di mandato del Cda in corso, è difficile da comprendere.

Dopo il rinvio dell'appuntamento di lunedì prossimo, entro la prossima settimana dovrebbe quindi risolversi il nodo di As2, che ha approvato il bilancio, ma non ha nominato il Cda (LEGGI ARTICOLO) ed a seguire dovrebbe essere riconvocata l'assemblea soci di Ecoambiente per nominare il sostituto di Lovisari, individuato in un manager del settore, proveniente da fuori provincia, al di sopra di ogni sospetto.
Articolo di Venerdì 16 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it