Condividi la notizia

FRAZIONI ROVIGO

Mardimago dimenticata, la fiducia si sta affievolendo

Giuliano Bernardinello del comitato Vivi Mardimago "vede tutto nero" e se la prende con maggioranza e minoranza consiliare dell'amministrazione guidata dal sindaco Edoardo Gaffeo

0
Succede a:
Articolo di Venerdì 23 Luglio 2021
ROVIGO - "Siamo rimasti in silenzio per lungo tempo fiduciosi dell’impegno e dei rapporti con questa Amministrazione - comunica il referente del comitato civico Vivi Mardimago Giuliano Bernardinello - Un’Amministrazione che a parte interventi a macchia di leopardo a tutt’oggi non è stata in grado di dare seguito a interventi risolutivi almeno in tre punti fondamentali come paventato in campagna elettorale per la frazione di Mardimago: traffico pesante, alta velocità e manto stradale".

"L’attenuante della mancanza di fondi lascia il tempo che trova in quanto scredita il Sindaco quando affermava che i soldi ci sono basta saperli cercare.
Che dire dell’opposizione. Tranne qualche sporadica uscita non abbiamo avuto sentore di un impegno concreto per la sicurezza ormai perduta in cui viviamo.
Avevamo creduto di avere nel Prefetto un’attenzione nel richiamare la politica a risolvere ciò che da anni spetta di diritto al cittadino, ma nonostante un dossier completo delle criticità in cui viviamo, inviato a seguito di esplicita richiesta in occasione di un incontro con gli uffici qualche anno fa, non siamo stati ritenuti degni di risposta.
Ancora una volta nell’ultimo incontro del Giugno scorso ci hanno comunicato date d’interventi e non rispettati. Il Comitato Vivi Mardimago è stanco di ripetere come un leit motif le questioni e le proposte avanzate.

La delusione è totale così come la sensazione che ormai la frazione di Mardimago debba essere lasciata al proprio destino in balìa degli eventi, delle questioni di forza maggiore, degli aspetti economici, della maleducazione civica e dell’interessamento solo di facciata. Vale la pena ricordare che tutti i mezzi pesanti che conferiscono i rifiuti del Polesine, molto spesso scassati e rumorosi, da oltre un anno passano per Viale dei Mille ad oltre il doppio della velocità consentita. Mah! Sarà che siamo meno uguali di altri. E sì che basterebbe un quinto dell’impegno profuso in campagna elettorale per per risolvere ciò che necessita per un’esistenza se non normale, almeno minimamente accettabile, come solo l’effetto collaterale del lockdown e delle restrizioni da Covid 19 ci ha consentito di assaporare per brevi lassi di tempo.
San Martino di Venezze insegna, piccoli Comuni che, nonostante una disponibilità non paragonabile al capoluogo riescano a tutelare e migliorare il proprio territorio a favore dei cittadini, in corso lavori per varchi".
Articolo di Venerdì 23 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it