Condividi la notizia

RUGBY TOP10

Allister Coetzee: “Sono qui per portare la Rugby Rovigo al livello successivo” [VIDEO]

Zero turnover programmato, per giocare bisognerà meritarselo, questo il pensiero del nuovo tecnico della FemiCz Rovigo. Prima conferenza stampa ufficiale con il patron Francesco Zambelli campione d’Italia

0
Succede a:
Francesco Zambelli ed Allister Coetzee
Francesco Zambelli ed Allister Coetzee
Francesco Zambelli ha aggiunto un nuovo scudetto in bacheca
Allister Coetzee
Allister Coetzee
Articolo di Giovedì 29 Luglio 2021

ROVIGO - Conferenza stampa fiume giovedì 29 luglio in viale Alfieri, allo stadio Battaglini, per la presentazione ufficiale dell’head coach, e director of rugby, della FemiCz Rovigo, Allister Coetzee. Al fianco dell’ex tecnico del Sudafrica il presidente Francesco Zambelli, diversi i temi toccati, dalla nuova rosa, al bilancio, all’ingresso di nuovi soci e della ricostituzione del capitale sociale.

Diciamo subito una cosa, per chiarire la caratura del personaggio, Allister Coetzee gentilmente ha rifiutato una foto nella bacheca dei trofei esposti nella sala consiliare della società. Non uno sgarbo, non una mancanza di rispetto, anzi. “Non li ho vinti io, la faremo quando ci sarà un trofeo vinto dalla squadra che alleno”. Diretto, in perfetto stile sudafricano, alla guida degli Springboks non ci si arriva per caso, a Rovigo è stato chiamato per alzare il livello di tutto il movimento, si è già confrontato con Alessandro Lodi tecnico dell’Under 18, 4 suoi giocatori hanno già cominciato la preparazione con la prima squadra, un segnale importantissimo in chiave futura. Prossimamente parlerà, e lo farà spesso, con tutti gli altri club del Polesine, “Dobbiamo andare in una unica direzione”.

Proprio la Franchigia Under 18 diventa Rugby Rovigo Delta, al termine della stagione i giocatori scelti dalla società passeranno direttamente in prima squadra, gli altri ritorneranno nei club di appartenenza, Badia, Frassinelle, Villadose, Cus Ferrara o altro.

Allenamento con contatto progressivo anche in pre-season, e zero turnover programmato. Rispetto al recente passato, Allister Coetzee mette le cose in chiaro da subito “Non sono qui per felice i giocatori, per giocare bisogna meritarselo. Ogni 4 partite da titolare scatta il semaforo rosso”. Tradotto gioca la squadra migliore in base ai minutaggi e alle partite giocate. Per vedere in pratica il suo gioco “ci potrebbe voler anche un anno, ma bisogna vedere anche le caratteristiche di tutti i giocatori, le mie riunioni durano non oltre 30 minuti, cerco di focalizzare l’attenzione degli atleti su tre dettagli alla volta. Dieci non servono”. Sul nuovo mediano d’apertura Abner Van Reenen (LEGGI ARTICOLO) , Allister Coetzee tira fuori il telefono e legge il messaggio inviato dal tecnico degli Stormers, e sono solo parole di grande elogio “Mi piace perchè attacca la linea - ha spiegato Coetzee - è veloce, ed ha ottime percentuali sui calci, ma soprattutto perchè è un grande attaccante”.

Il neo tecnico della FemiCz Rovigo ha citato anche Tito Lupini recentemente scomparso (LEGGI ARTICOLO), ha già capito che qui il rugby è una cosa seria, ha ricordato anche una cena alla Trattoria Rossi da Pepe Scavanacca con tanti ex rossoblù, è già entrato nel clima. In quei giorni prima della firma del contratto, anche con l’aiuto di Polla Roux, ha preso contatto con la realtà della città in mischia. “Prima di scegliere ho voluto capire se mi sarei messo a disposizione del presidente giusto, poi ho detto di sì. Sono qui per portare la Rugby Rovigo al livello successivo”. Squadra non al completo, se Abner Van Reenen arriverà probabilmente a fine agosto dopo aver concluso le formalità burocratiche, discorso diverso per Rafael Lertora già arrivato in Italia, l’altro centro argentino Facundo Ferrario sarà a Rovigo tra una settimana, o quella successiva.

A completare la rosa, ufficializzando anche l’arrivo dei Permit Players del Benetton Treviso, Giacomo Da Re (estremo) e Nicola Piantella (seconda linea della Nazionale U20) ci ha pensato il patron Francesco Zambelli. “La vittoria dello scudetto ci ha permesso di chiudere il bilancio in pareggio, nonostante la perdita di 100 mila euro dovuta alla chiusura degli stadi, bilancio che si aggira intorno ad 1 milione e 350 mila euro. C’è da dire che gli sponsor hanno mantenuto gli impegni, anche per l’anno prossimo, e di questo siamo contenti”. A settembre è prevista l’assemblea dei soci, sul tavolo ancora ricapitalizzazione, l’obiettivo è di ritornare a 150 mila euro “Ci sono nuovi soci che vogliono entrare, potremmo anche dare la possibilità di uscire per chi non è più interessato, magari la società potrebbe prendere in custodia le quote in attesa di ricollocarle. Resta il fatto che il capitale sociale va ristabilito, per dare maggiore operatività alla società”. Nell’assemblea dei soci si dovranno rinnovare anche le cariche “Sono anche disposto a cedere la poltrona di presidente, magari potrei fare il vice, oppure nulla pur mantenendo la sponsorizzazione, se c’è qualcuno che ha voglia di farlo, sono disponibile”, questa volta non è una minaccia, ma una semplice constatazione, Zambelli invece verrà rieletto presidente, perchè vincere è bello, farlo due volte consecutive potrebbe significare entrare nella storia, come ha sottolineato anche Coetzee.

Un passaggio, non di poco conto, anche su giovanili e pubblico, Zambelli auspica grande entusiasmo, punta a 1000 abbonati (Covid permettendo), mentre per lo sviluppo del rugby, confida e spera in aumento dei tesserati della Monti Junior Rovigo “Dovrebbero avere almeno 200 ragazzini, invece…, se così non sarà l’anno prossimo dovremo pensare a qualcosa di diverso”. C'è da dire che siamo ancora in piena emergenza Covid-19, e nel 2020 praticamente non si è giocato, e nel 2021 con protocolli al limite della praticabilità.

Intanto si attende anche l’evoluzione del nuovo indirizzo della Federazione, Marzio Innocenti punta alla chiusura delle Accademie e alla creazione di centri di formazione nei club, “Rovigo è pronta - ha dichiarato Zambelli - non sappiamo però in che tempi la Fir intenda procedere, attendiamo”.

Giorgio Achilli

 

 

 

 

 

Articolo di Giovedì 29 Luglio 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it