Condividi la notizia

SANITA’

Borsea ha il medico di medicina generale

Il dottor Domenico Mazzocchi accompagnato dal personale tecnico del Comune e dall’assessore al Welfare Mirella Zambello, ha visitato i locali dell’ambulatorio che si trova in centro dietro all’edificio delle scuole elementari

0
Succede a:
Articolo di Giovedì 23 Settembre 2021

ROVIGO - Borsea ha il medico di medicina generale. Lo comunica il sindaco Edoardo Gaffeo che ieri, con soddisfazione ha informato i residenti, della risoluzione della questione.

Da tempo la scarsa disponibilità di medici in sostituzione dei professionisti che raggiungono il pensionamento riguarda anche la Regione Veneto e per questa situazione la collaborazione degli organismi preposti dell’Azienda Ulss 5, in particolare della responsabile del Distretto 1, ha portato ad aver individuato la disponibilità del dottor Domenico Mazzocchi. Ieri, il medico, accompagnato dal personale tecnico del Comune e dall’assessore al Welfare Mirella Zambello, ha visitato i locali dell’ambulatorio che si trova in centro dietro all’edificio delle scuole elementari, ed ha confermato la sua disponibilità. A breve  definirà gli orari di ricevimento dei pazienti per garantire il servizio dai primi giorni di ottobre.

L’amministrazione comunale aveva destinato fondi per la sistemazione dei locali dell’ambulatorio con l’istallazione dell’impianto di climatizzazione e migliorie varie, rendendo più accogliente l’ambiente. Nell’ultima seduta di consiglio comunale tale esigenza era stata evidenziata da parte dei consiglieri Azzalin e Aretusini, che hanno chiesto l’intervento dell’amministrazione comunale per fare da stimolo nei confronti delle autorità sanitaria competente, trovando pieno sostegno da parte di tutti i consiglieri.

Offrire i servizi socio-sanitari il più possibile vicini ai cittadini rappresenta una esigenza che viene evidenziata dall’aumento della popolazione anziana in senso generale, e ciò richiede una maggiore attenzione nell’organizzazione della rete dei servizi che si rivolge a questa fascia di popolazione, che più anziana, può avere limitata la propria autonomia, anche negli spostamenti per raggiungere i plessi socio sanitari. Pertanto, proseguirà l’attenzione anche per le altre realtà con tale problematica.

L’assessore Zambello ricorda che “Promuovere vicinanza nei confronti delle persone anziane e stimolare il senso di prossimità, rappresenta un impegno costante dell’amministrazione, che prosegue il suo impegno nel potenziamento dei servizi sociali e nel coinvolgimento delle associazioni di volontariato per una molteplicità di supporti ai cittadini, di cui lo “Sportello integrato” e l’accompagnamento ed il trasporto alle sedi vaccinali, ne sono un esempio virtuoso di collaborazione.”

 

Articolo di Giovedì 23 Settembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it