Condividi la notizia

RUGBY

Tutto secondo logica, squadra di Brunello nell’Europa che conta

Coppa Italia con tutti i club, ma senza il Calvisano che sarà in Challenge cup dopo aver battuto nella doppia finale la FemiCz Rovigo

0
Succede a:

ROVIGO - Il Calvisano si è meritato, battendo la FemiCz Rovigo nella doppia sfida di Continental Shield di partecipare alla Challenge cup (LEGGI ARTICOLO). E’ la seconda coppa europea più importante del panorama ovale, e così sarà.

Ad ogni altra fantasiosa ipotesi eravamo fermamente contrari, per due evidenti motivi, e l’Epcr giustamente non ha voluto sentire ragioni. In primis non si possono cambiare la carte in tavola nel corso di una competizione. Anche se la terza coppa europea finalmente non ci sarà più, è giusto non cambiare il regolamento durante una competizione, altrimenti diventa una vera e propria farsa. Se per caso i Bersaglieri avessero vinto la Continental Shield (anche se la coppa vera e propria non c’era neppure), senza poter esercitare il diritto di entrare nel salotto buono dell’Europa ovale, si sarebbe gridato al complotto.

La squadra di Brunello ha meritato sul campo di prendere parte alla Challenge cup, probabilmente lo farà con una rosa più ampia e con il supporto di qualche “permit” al contrario. E’ infatti in corso alla studio l possibilità di utilizzare i giocatori delle franchigie non schierati da Zebre e Benetton. Anche qui si potrebbe aprire una falla grande come una casa sulle norme che regolano il passaggio dei giocatori dai club di Top12 e il Pro14. Un aspetto che verrà affrontato da Alfredo Gavazzi nelle prossime ore.

Da discutere se potranno essere impiegati dal Calvisano i tesserati di Zebre e Benetton, o anche gli “invitati” e i permit provenienti dal campionato di Top12. A questo punto, paradossalmente, la FemiCz Rovigo potrebbe anche “prestare” i giocatori già in orbita Pro14. Per questa remota eventualità bisognerà però attendere il prossimo consiglio federale per capirne di più. Di sicuro il Calvisano vorrà andare in Challenge evitando brutte figure.

Unica cosa certa per il momento l’inizio del campionato fissato per il 19 di ottobre. Spazio dunque alla Nazionale italiana impegnata nella Coppa del Mondo, poi fari puntati al Top12 che vede il Calvisano già in pole position per l’ennesimo scudetto, e la FemiCz Rovigo con Petrarca e Valorugby all’inseguimento. Campionato che ha salutato Verona e Valsuagana Padova retrocessi in Serie A, ed ha accolto I Lyons Piacenza e il Colorno (promozione storica).

Novità di questa stagione è il ripristino della vecchia Coppa Italia con tutti i club del campionato, eccezion fatta per il Calvisano che a questo punto parteciperà alla Challenge cup. Probabilmente verranno sviluppati due gironi da cui poi usciranno le finaliste o le semifinaliste (ancora non è chiaro).

Giorgio Achilli 

 

Articolo di Martedì 11 Giugno 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it