Condividi la notizia

FESTIVITA’

La festa si è conclusa con lo spettacolo pirotecnico 

L’associazione Pro loco Ficarolo (Rovigo) ha fatto rivivere il “Brusa la Vecia”, nel pomeriggio dell’Epifania, centinaia di ficarolesi e non solo si sono ritrovati nel piazzale degli Istituti Polesani

0
Succede a:
Articolo di Mercoledì 8 Gennaio 2020

FICAROLO (RO)– Il fuoco della tradizione è tornato a bruciare, lunedì 6 gennaio, a Ficarolo con il ‘Brusa la Vecia’,  segnando così un ritorno alle origini popolari! 

Come in molti altri luoghi del Polesine, infatti, anche Ficarolo ha voluto ripristinare una tradizione che negli ultimi anni era andata perduta. La presidente di Pro Loco Silvia Pellegrini si l’ha definita: “… il  primo “Brusa la Vecia” dei tempi moderni a Ficarolo”. Nel pomeriggio dell’Epifania, centinaia di ficarolesi e non solo si sono ritrovati nel piazzale degli Istituti Polesani per assistere all’accensione del tradizionale falò della Befana. “Questa particolare usanza, ha ricordato la presidente, era andata perdendosi da molti anni nel comune rivierasco, fatta eccezione per alcune iniziative private”. 

L’associazione Pro loco Ficarolo ha così voluto far rivivere il rogo del fantoccio, detto appunto “Brusa la Vecia” o più brevemente “Brusavecia” per la gioia di adulti e soprattutto bambini. I volontari coordinati dalla presidente Silvia Pellegrini si sono attivati già dal mattino per allestire il falò e gli stand che hanno distribuito “Maltasià coi Fasò”, panini, vin brulè e cioccolata calda. La costruzione del fantoccio e della pira da ardere, che ha lo scopo di dare il benvenuto al nuovo anno, è stata opera del volontario Giordano Vincenzi, presente da decenni nel mondo del volontariato ficarolese. Dopo i preparativi andati avanti per tutta la giornata, alle diciassette e trenta è stato acceso il fuoco davanti a centinaia di persone incuriosite e nella meraviglia attonita dei più piccoli. Alla fine, un piccolo spettacolo pirotecnico proposto sul vicino argine del Po ha concluso le manifestazioni con la soddisfazione degli organizzatori per la convincente risposta ricevuta dalla cittadinanza. Anche il Sindaco Fabiano Pigaiani, il vicesindaco Enrico Monesi e la Consigliera Comunale Clarissa Cottica hanno dato manforte ai volontari di Pro Loco nell’allestimento e nello svolgimento della manifestazione, confermando la piena sintonia istituzionale dell’Amministrazione Comunale di Pro Loco.

Immancabilmente,  al termine del falò è arrivata la Befana con le calze per tutti i bimbi e i gli ormai rituali selfie con i presenti. La giornata si è poi conclusa con l’estrazione della Lotteria degli Auguri 2020 presso la Sala Auser di Ficarolo.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 8 Gennaio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it