Condividi la notizia

POLO NATATORIO ROVIGO

“Il più grande scandalo di Rovigo si decide a porte chiuse. Vergogna nello scandalo”

Ivaldo Vernelli: "Sembra che i dirigenti e la giunta cerchino di condividere una responsabilità che dovrebbe essere loro. Le competenze di amministrazione spettano alla giunta, indirizzo e controllo al consiglio comunale"

0
Succede a:
Articolo diMartedì 10 Marzo 2020

ROVIGO - “Sembrano tutti contenti perché pagheremo solo 5-6 milioni di euro. Uno dei peggiori scandali dell’amministrazione comunale di Rovigo si decide a porte chiuse, in forma segreta. E lo fa il sindaco eletto Edoardo Gaffeo portabandiera di una maggioranza che ha fatto della trasparenza e condivisione il suo cavallo di battaglia. L’avesse fatto l’ex sindaco Massimo Bergamin si sarebbe scatenato l’inferno”.


Ivaldo Vernelli, il battagliero ex consigliere comunale, oggi privato cittadino, è davvero furibondo che il 13 marzo alle 16.30 sia stato convocato il consiglio comunale di Rovigo con la discussione del punto “fallimento Veneto nuoto srl, autorizzazione alla presentazione di ipotesi di concordato fallimentare” in forma segreta. “Oggi la maggioranza di Gaffeo non ci fa certo una bella figura a chiudere una questione, che è argomento di dibattito politico da anni, argomento cuore della campagna elettorale, in forma privata. E senza uno straccio di nome di un responsabile”. Si ricorda ancora l’eco dei dibattiti di Silvia Menon, ex candidata sindaco, e dello stesso Vernelli con il Movimento 5 stelle. Un project financing per la costruzione del polo natatorio della città che ha visto il Comune di Rovigo inserito nella surroga della società di progetto, fallita lo scorso anno. 

Le implicazioni di questa scelta sono plurime. “Un consiglio segreto significa che non c’è registrazione ma una semplice relazione del segretario generale che indica argomenti ed interventi. E se sulla scelta che fa il consiglio comunale ci fosse un giorno il controllo, per esempio, della corte dei conti, come la mettiamo?”. Vernelli va avanti. “Il consigliere è vincolato al segreto di ufficio, con la segretezza si costringe al segreto d’ufficio anche la minoranza. Come può svolgere il consigliere dunque la sua funzione ispettiva se non può parlare e non può verificare né testimoniare? Una forma di autoritarismo bella e buona che mi fa venire nostalgia del sindaco Bergamin, quando il dibattito, anche se poco utile, almeno non è mai stato bloccato”. 

Entrando nel merito Vernelli si chiede: “E' legittimo o non è legittimo fare un consiglio comunale in forma segreta perché dalla pubblicità possa derivarne pregiudizio per l’ente?”. Se fosse anche legittimo, ma ha i suoi dubbi, Vernelli analizza i contenuti.O l’accordo c’è o non c’è. Se c’è, come è lecito pensare, perché è la giunta che prende le decisioni e le sottopone al consiglio comunale che ratifica o boccia, non si capisce perché si debba celare una trattativa commerciale che è decisa. Se invece si porta in consiglio comunale una trattativa, con elementi di rischio, ovvero si fa decidere al consiglio comunale quale strada prendere, mi sembra che stiamo creando un mostro giuridico, non può essere un consiglio comunale che stabilisce gli elementi modali della trattativa, si commette un errore metodologico. Sembra quasi che i dirigenti e la giunta cerchino di condividere una responsabilità che dovrebbe essere loro. Le competenze di amministrazione spettano alla giunta, indirizzo e controllo al consiglio comunale. Se fosse questo il caso significa che l’amministrazione Gaffeo non ha chiuso bene l’iter di tutta la vicenda e per questo la vuole tenere segreta”. 

“Insomma - conclude Vernelli - la seduta riservata ha una motivazione che non regge, ha delle implicazioni di responsabilità su tutti i consiglieri comunali, e lascia fuori tutti i cittadini dallo scandalo più grosso del nostro comune. E per me vogliono pure tacitare il dibattito politico in modo che nessuno approfondisca il legame tra il caso piscine e il recupero dell’ex ospedale Maddalena”.

Articolo di Martedì 10 Marzo 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it