Condividi la notizia

EMERGENZA STRAORDINARIA CORONAVIRUS

Evoluzione brutale dell'infezione da Coronavirus: due decessi in provincia di Rovigo

Hanno perso la vita due pazienti nelle ultime ore in Polesine. Una signora del 1947 con pregressa patologia cardiaca e un signore Bassopolesano del 1961 assolutamente sano

0
Succede a:
Articolo diMartedì 7 Aprile 2020
ROVIGO - La pericolosità del virus Covid-19 è nota, ma l'infezione non si era mai manifestata con tanta brutalità. Due i decessi in Polesine tra la notte e la mattinata odierna, lo riferisce il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella.



"Un bollettino particolarmente pesante, quello di martedì 7 aprile dall'Ulss 5, che parla di due decessi. Il primo decesso è riferito ad una signora del 1947 ricoverata per sospetto Coronavirus con insufficienza respiratoria in Malattie infettive a Rovigo. Il quadro generale del paziente risulta compromesso da una patologia cardiaca. Il tampone del 22-3 è risultato negativo, quindi è stata trasferita in Geriatria. Il 31-3 in Geriatria le è stato riproposto il tampone, ancora con esito negativo. Il 6 aprile un ulteriore tampone per un piccolo focolaio in reparto (LEGGI ARTICOLO), risultato per la prima volta positivo. Le condizioni della paziente sono peggiorate e stamane la signora è deceduta. Bisognerà capire - spiega Compostella - quale sia il reale motivo del decesso, anche se l'esito del terzo tampone assicura la positività al Coronavirus.

Il secondo decesso invece riguarda un giovane del 1961 del Bassopolesine, ricoverato i 4 aprile in Malattie infettive con importante compromissione del sistema respiratorio. L'esito del tampone è stato da subito positivo, è stato trasferito già intubato a Trecenta in Terapia intensiva ed il quadro clinico da grave è precipitato in gravissimo fino al drammatico epilogo in mattinata odierna. Il paziente è deceduto verso le 11 a Trecenta per una patologia da Coronavirus feroce con progressione brutale nella insufficienza respiratoria. Una persona assolutamente sana dal punto di vista del quadro clinico generale". Il sindaco di Porto Viro ha voluto ricordare la vittima: Mauro Ferro (LEGGI ARTICOLO).

"Ai familiari di entrambi i pazienti deceduti - conclude Compostella - vanno le condoglianze mie e dell'azienda".
POSITIVITÀ 
15 nuove positività di residenti in Polesine (totale 228 residenti con positività riscontrata da inizio epidemia Covid-19) :
  • Uomo, residente a Padova, è un medico dell’Ospedale di Rovigo in Chirurgia, è in isolamento domiciliare.
  • Donna del 2000, di Rovigo, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Uomo del 1964, alto Polesine, è stato posto in isolamento domiciliare.
  • Uomo del 1960, alto Polesine, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Donna del 1972, basso Polesine, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Donna del 1962, basso Polesine, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Donna del 1998, di Rovigo, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Donna del 2002, basso Polesine, contatto di caso positivo era già in isolamento domiciliare (tampone di controllo al termine dei 14 giorni di isolamento).
  • Donna del 1960, di Adria, operatore socio sanitario di un ospedale delle provincia di Venezia, è stata posta in isolamento domiciliare.
STRUTTURE RESIDENZIALI EXTRA OSPEDALIERE IN POLESINE
“L’attenzione sulle strutture è sempre altissima; se il virus entra in queste strutture, che ospitano anziani o persone con disabilità, spesso fragili e multi patologiche, può creare seri problemi, per questo il livello di guardia è sempre molto elevato” ha sottolineato il direttore generale Compostella.

FRATTA POLESINE (27 ospiti positivi nucleo disabili, 3 ospiti positivi nucleo anziani, 12 operatori della struttura).
Situazione stabile, non vi sono nuove positività.

CASA SERENA (1 ospite positivo in area non autosufficienti)
Situazione stabile, non vi sono nuove positività.

IRAS
Eseguiti 202 tamponi sui pazienti e 200 sono negativi, gli altri 2 sono in attesa.
Eseguiti 243 tamponi sui dipendenti e 208 sono negativi, gli altri 35 sono in attesa.

FICAROLO - ISTITUTI POLESANI RIUNITI (1 ospite positivo area disabili)
“Preciso che, nella giornata di oggi, dovremmo avere la prima serie di risultati. Al momento non risultano nuove positività. La nostra task force aziendale è continuamente impegnata sul territorio a verificare le varie strutture.
Entro la prossima settimana completeremo le visite a tutte le strutture del Polesine, con gli screening a tutti i pazienti. Al momento ci siamo concentrati sulla struttura di Ficarolo vista la complessità degli ospiti” ha annunciato il direttore generale.


Numero  verde – supporto psicologico
L’azienda Ulss 5 ha attivato un numero verde 800936613.
A questo numero risponde un team di  supporto psicologico. Il servizio è dedicato alla popolazione.  E’ stato attivato anche un servizio per i nostri operatori  da gironi impegnati in questa dura battaglia.

GUARIGIONI
Sono 2 le nuove guarigioni di oggi che portano, nel nostro Polesine, a 22 i pazienti che hanno contratto Coronavirus e  ora sono guariti.

NATI
In provincia di Rovigo nelle ultime 24 ore è nato 1 bambino.
 
Articolo di Martedì 7 Aprile 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it