Condividi la notizia

POLITICA CORBOLA

Doati bacchetta ancora Domeneghetti sui temi importanti di Corbola

Il capogruppo di minoranza chiede maggiore interesse e attenzione da parte del sindaco di Corbola (Rovigo) in questo momento difficile, ma soprattutto maggiore collaborazione

0
Succede a:
Articolo di Martedì 26 Maggio 2020
CORBOLA (Rovigo) - Rossano Doati, capogruppo della minoranza di Corobola scrive nuovamente al sindaco per far sentire le sue ragioni e specificare il proprio pensiero su diversi temi che hanno riguardato Corbola in questo periodo.

"Caro sindaco Domeneghetti, rispondo ai tuoi due articoli sulla stampa locale il 26 aprile scorso relativo all’approvazione del bilancio nel consiglio comunale del 24 aprile ed il 18 maggio relativo alla questione allevamento polli nel comune di Taglio di Po; tardiva risposta la mia ma nell’ultimo mese sono stato molto impegnato in famiglia. Apprendo dal tuo primo articolo che, avendo io fatto il sindaco vent’anni fa, non so più come si gestisce oggi un comune; inoltre ripeti continuamente che qualche “fantasma” mi scrive quello che devo dire in consiglio comunale".

Proseguendo poi: "Nel tuo secondo comunicato stampa invece chiedi perché ora non intervengo assieme al ‘Comitato difesa ambiente per Corbola’ per scongiurare l’ampliamento dell’allevamento di polli nel comune di Taglio di Po. In questo articolo fai presente che circa un anno fa in campagna elettorale ti ho tediato per spingerti a non fare aprire l’allevamento a Corbola, ed è vero e probabilmente è servito a farti cambiare idea e a muoverti nella direzione giusta. Dobbiamo ricordarlo a tutti che tu inizialmente dimostravi nei fatti di essere a favore dell’apertura di questo allevamento".

"Ti rassicuro che il comitato per Corbola non ha mai smesso di lavorare, di incontrare persone e di partecipare a tutte le riunioni inerenti a questi problemi ambientali. Per quanto mi riguarda, pur non essendo iscritto al comitato, sono sempre in contatto con le persone che ne fanno parte, in particolare con il presidente, che mi aggiorna su quanto fatto e sa che ha la mia piena disponibilità a dargli una mano. Per questo problema però mi corre l’obbligo di ricordarti che io sono solo un semplice consigliere di minoranza, faccio quello che posso ma credo con poche possibilità di risolvere il problema intervenendo a mio nome. Tu, avendo vinto le elezioni un anno fa incensandoti per essere riuscito senza l’aiuto del comitato a non fare aprire l’allevamento di Corbola, adesso hai tutte le carte in regola, anzi l’obbligo, di intervenire per risolvere anche questo nuovo insediamento di polli".

Sottolineando: "Tu sei un ragazzo fortunato e di sicuro riuscirai anche in questa nuova impresa. In alternativa puoi sempre contattare il comitato e provare assieme a organizzare un tavolo per discuterne con il comune di Taglio di Po: sei o no un sindaco pieno di iniziativa? In ultima battuta, dato che mi hai chiamato in causa, dammi pure dall’alto del tuo scranno mandato di intervenire a nome del comune di Corbola e io mi impegnerò e farò di tutto per non fare aprire questo allevamento".

"Per quanto riguarda il tuo primo articolo, devo ammettere che sono piuttosto stagionato in età e per questo mi sono abituato da tempo a scrivere tutto quello che devo fare o devo dire per una questione di memoria. Tu, essendo più giovane e fortunato, puoi andare in comune tutti i giorni, mattina e pomeriggio e devi fare solo quello; io invece ho un lavoro che mi fa stare fuori casa dalle 7,30 del mattino alle 19,30 di sera. Sono un libero professionista ed ho diversi clienti che mi danno continuamente da lavorare. Inoltre, ovviamente, ho dovuto e devo dare il mio tempo anche alla famiglia, compresi i miei genitori. Come tu saprai, recentemente è venuto a mancare mio padre e a tale riguardo mi fa piacere ricordare che anche la tua maggioranza mi ha fatto le condoglianze".

Aggiungendo: "Probabilmente per te è stata una dimenticanza ma va bene comunque. Ti dicevo dell’impegno che mi dà il mio lavoro, per il quale per 45 anni ho diretto diverse aziende, con 10/15 volte il fatturato del comune di Corbola, ho aperto diversi uffici in giro per il mondo, uno a Mosca che ho gestito direttamente per circa 20 anni. In questo periodo, credimi, ho incontrato tutti i proprietari delle più grandi fabbriche d’Europa, tutti i dirigenti delle ferrovie di stato di mezzo mondo, e ti sembrerà strano ma ho fatto tutto da solo, pensa, senza che nessuno mi scrivesse quello che dovevo fare o dire".

Concludendo: "Per quanto riguarda il comune di Corbola, a suo tempo mi sono impegnato molto a fare il sindaco e lo facevo mentre lavoravo, non a tempo pieno come te. Ora , come consigliere di minoranza, il mio compito è quello di vigilare su quanto viene fatto dalla maggioranza nel rispetto delle leggi, del regolamento e dello statuto comunale. Nella mia attuale veste posso dare dei suggerimenti, fare delle proposte (che regolarmente tu e la maggioranza cassate) ma le decisioni e la fattibilità delle cose è nelle tue mani e, visto che il sindaco sei tu, non puoi mettere sulle mie spalle o su quelle del comitato l’onere di fare le cose".

"Uno bravo come te potrebbe fare molto di più; pensa anche alla pista ciclabile tra Sabbioni e Corbola che avevi promesso oltre 6 anni fa e ad oggi, nel bilancio di previsione del 2020, 2021 e 2022, non sono neppure previsti investimenti per questa opera. Dai sindaco, esci dall’aura di onnipotenza che ti pervade e ti illude, datti un po’ di slancio concreto e vedrai che qualche cosa di sostanza riuscirai sicuramente a fare".
Articolo di Martedì 26 Maggio 2020

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it